1

folino jazz 17

DOMODOSSOLA- 12-10-2017- E' stata presentata

nella mattinata di giovedì presso la sala consigliare del Municipio di Domo la prima edizione di DomoJazz, piccolo festival che prevede l'esecuzione di 8 concerti alla Cappella Mellerio, con cadenza mensile da Ottobre 2017 fino a Maggio 2018, tutti con ingresso gratuito per il pubblico. Come ha spiegato l'assessore alla cultura di Domodossola Daniele Folino, "Tutto nasce dall'esperienza molto positiva delle quattro serate di "Four Colors of Jazz, svoltesi nella primavera di quest'anno e che hanno riscosso un notevole successo di pubblico. Perciò abbiamo pensato di costruire una nuova rassegna, molto corposa e grazie a questa riporteremo il Jazz a Domodossola. Negli ultimi trent'anni fra Domo e Bognanco si sono avuti eventi molto importanti per questo tipo di musica ed abbiamo assistito ad eventi meravigliosi,erano anche epoche in cui  c'erano risorse finanziarie più cospique di oggi. Ma noi, anche se il budget è abbastanza limitato siamo riusciti, con la collaborazione preziosa di Roberto Mattei e altri talentuosi musicisti Ossolani, a mettere in piedi un evento di buon livello artistico" ha concluso l'assessore Folino che, inoltre, ha rivelato come il comune (sovrintendenza permettendo) abbia intenzione di restaurare il pianoforte del compositore Domese Carlo Ravasenga e collocarlo nella Cappella Mellerio, luogo decisamente più acustico dell'antica chiesa di San Francesco dove a tutt'oggi lo strumento si trova. Roberto Mattei ha poi ricordato come DomoJazz partirà sabato 28 Ottobre con un omaggio alla musica di John Coltrane, figura fondamentale della storia del Jazz. Il 25 novembre si assisterà invece al curioso progetto Ars Nova, rielaborazione di antiche melodie medievali in una veste del tutto moderna. Seguiranno con l'anno nuovo una serata Jazz Rock e un progetto di Roberta Brighi dal titolo di "Armolodia" termine coniato dal celeberrimo Jazzista Ornette Coleman, che intendeva la musica come una vera e propria lingua ma comprensibile da tutti. Il cartellone annovera quindi molte proposte sia di musicisti professionisti ma anche di giovani emergenti; l'ultimo concerto coinvolgerà alcuni fra i migliori musicisti studenti, che potranno così esprimere il loro talento a fianco di suonatori più esperti.

Alessandro Velli

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.