1

b frazioni borgomezzavalle strade

BORGOMEZZAVALLE- 26-07-2016- Un privato cittadino, Karsten Kruschke,

ha inviato ai media locali alcune osservazioni su problemi viari ed a edifici delle frazioni Bordo e Cheggio del comune di Borgomezzavalle: “Vorrei portare all’attenzione della nuova amministrazione comunale – spiega Karsten Kruschke- vari punti che cadono nelle responsabilità della stessa e richiedono interventi urgenti nel ambito delle frazioni Cheggio e Bordo:

1) Manutenzione della strada comunale Rivera – Cheggio/Bordo

La strada comunale carrabile che sale dalla frazione di Rivera fino al parcheggio per le frazioni Cheggio e Bordo si trova in uno stato disastroso di omessa manutenzione. La vegetazione invade la strada in modo che graffia la vernice delle macchine che passano e le cartelle stradali non sono più visibili. Alcune piante marce e già inclinate in modo pericoloso cadranno prossimamente sulla strada. Anche l’asfalto in alcune zone si è abbassato in modo significativo e con la pioggia si sono aperti buchi profondi nella carreggiata e in alcuni tratti l’asfaltatura non è più esistente. Inoltre continuano a cadere sassi sulla strada che hanno già portato a incidenti (per fortuna finora senza danni alle persone). Per garantire un passaggio sicuro alle persone e al traffico Vi chiedo perciò con la massima urgenza di intervenire prima possibile con i lavori di messa in sicurezza e di prevedere una manutenzione ordinaria e la pulizia regolare della strada in tutte le stagioni!

2) Sentiero comunale Cheggio – Bordo

Il sentiero comunale tra le frazioni di Cheggio e Bordo che passa dal parcheggio alle nostre frazioni (e costituisce l’unica via di accesso!) si presenta in uno stato di continuo deterioramento. L’acciottolato secolare non è più transitabile senza rischio per le persone di inciampare o cadere. Questo è specialmente grave per le persone disabili (nelle frazioni di Bordo e Cheggio sono residenti attualmente 4 persone con difficoltà nel camminare). L’altezza di alcuni gradini e la presenza di tratti scivolosi impediscono il passaggio in sicurezza alle persone con stampelle e presentano un rischio continuo per abitanti e visitatori delle frazioni. Inoltre l’acquedotto tra le frazioni di Cheggio e Bordo parzialmente non è più interrato e oltre al rischio di ghiacciare con le temperature invernali comporta anche il pericolo di scivolare e/o cadere!

Vi chiedo perciò di programmare i lavori per la messa in sicurezza e transitabilità della vecchia strada comunale!

3) Oratorio frazione Cheggio

La piccola chiesa storica in frazione Cheggio costituisce un pericolo per le persone che passano sulle vie pubbliche interne della frazione. Con la pioggia di domenica 10 luglio è crollato un ulteriore pezzo del vecchio tetto in piode che preme sulla volta dell’edificio. Sono già caduti alcuni sassi anche sul sentiero antestante la chiesa e in caso dell’imminente crollo del rudere si mette in pericolo la vita delle persone che passano e verrà probabilmente anche distrutto la teleferica che si trova a pochi metri!

Vi chiedo perciò di emettere un’ordinanza urgente che prevede l’immediata messa in sicurezza dell’oratorio!

4) Forno comunale in frazione Cheggio

Il forno comunale in frazione Cheggio mette in pericolo la casa di proprietà privata della Sig.ra Monika Meese. Nel muro verso sud si è formata una pancia (in modo provvisorio già supportato con puntelli) e nella volta della cantina sottostante (anche questa di proprietà della Sig.ra Meese) si è aperta una crepa larga più di 10 cm.

Vi chiedo perciò di mettervi in contatto con i proprietari e di provvedere alla messa in sicurezza considerando anche la ristrutturazione del vecchio forno secolare.

5) Impianto fotovoltaico comunale in Alpe Pianezza

Fino ad oggi i consiglieri dell’amministrazione uscente hanno provveduto a titolo gratuito alla manutenzione, al monitoraggio continuo con verifica giornaliera della produzione e del funzionamento di ogni stringa elettrica e all’adempimento degli obblighi di legge previsti per gli impianti di produzione di energia.

Vi comunico che attualmente non è garantito il funzionamento regolare dell’impianto fotovoltaico in quanto quest’anno non sono ancora stati eseguiti il taglio delle piante ombreggianti, la riparazione della recinzione, la pulizia del locale tecnico e il controllo degli inverter e del fissaggio degli pannelli, la riprogrammazione del sistema di monitoraggio per portare la visualizzazione sul nuovo sito del comune, la verifica del credito residuo della scheda SIM necessaria per la linea internet, le comunicazioni obbligatorie agli enti (ENEL, GSE, Agenzia delle dogane), la verifica della regolarità degli pagamenti al comune per incentivo, conguaglio annuale, scambio dell’energia su altri contatori del comune etc.

Oltre ai punti sopra elencati Vi chiedo cortesemente di riconsiderare alcuni elementi inseriti nel Vs. programma: a) Realizzazione di una seconda area parcheggio per la frazione Bordo

Parlando con tutte le persone residenti e i villeggianti nelle due frazioni non ho trovato una singola persona che considera questo un’idea valida. Per realizzare solo pochi posteggi per macchine i costi prevedibili per muri di contenimento altissimi e le barriere necessarie, oltre ai problemi che comporta il transito delle macchine nella strettissima curva che porta verso il ponte non sono da giustificare.

Sarebbe più intelligente di spendere questi soldi realizzando un accesso carrabile come dal progetto preliminare già esistente e elaborato nel 2009/2010 che prevede una strada di solo circa 100 m al servizio della frazione Cheggio di facile realizzazione senza la demolizione e ricostruzione di muri alti e con la possibilità di parcheggi ulteriori negli tratti piani della strada. Questa strada potrebbe inoltre rendere più facile la vita delle persone disabili e rendere superflua la teleferica che finora attraversa la strada comunale già esistente senza ulteriori protezioni costituendo un imminente pericolo per il traffico.

b) Posa illuminazione storica

Anche se è stato respinto da una persona in frazione Bordo parlando con i residenti in frazione Cheggio si riconosce l’utilità di alcuni punti luce nelle vie interne, nella zona parcheggio e lungo il sentiero dal parcheggio al centro abitato. La ns. proposta: aggiungere rilevatori di movimento per un ulteriore risparmio energetico e per non disturbare la visione del cielo stellato! La priorità di questo intervento dovrebbe essere comunque tra gli ultimi da realizzare!

c) Targhe in ceramica per numeri civici

Non vedo nessun miglioramento estetico o di attrazione turistica in questo intervento. Secondo me e tanti altri è una spesa inutile. Spero che i soldi previsti per la posa degli nuovi numeri civici saranno speso per progetti ed interventi più importanti!

Vi chiedo di considerare i punti sopra accennati nelle Vs. prossime decisioni e di ripensare anche le priorità nel Vs. programma amministrativo. Resto in attesa di una Vs. sollecita risposta in merito ai tempi e agli interventi programmati e sono disponibile per eventuali sopralluoghi e ulteriori chiarimenti”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.