1

 premosello comune

PREMOSELLO- 07-05-2015- L'iniziativa è stata del primo cittadino di Premosello Giuseppe Monti, che ha preso carta e penna ed ha scritto al parroco per chiedere la disponibilità a realizzare una serie di opere nell'area denominata Oasi per creare un luogo di aggregazione giovanile. Ecco di seguito la lettera:

Ill.mo Don Ezio,
nel manifestarle il mio più sincero apprezzamento e compiacimento per la sua gradita venuta a Premosello e Cuzzago, e nel ringraziarla per quello che sta facendo per la nostra comunità, sono a richiederle l’autorizzazione alla realizzazione di un progetto di riqualificazione dell’area esterna all’Oasi di Premosello Chiovenda e nello specifico l’area attualmente comunemente denominata il campino.

Abbiamo percepito da più parti, che è necessario garantire ai ragazzi del nostro comune, un luogo di aggregazione, un luogo in cui ritrovarsi; abbiamo pensato che questo luogo potrebbe essere appunto l’area dell’Oasi della Parrocchia Maria Assunta di Premosello-Chiovenda.

Se opportunamente gestita e riqualificata, tale area potrebbe diventare un punto fondamentale dei nostri ragazzi, un luogo in cui sperimentare insieme dei percorsi educativi con alla base dei sani principi ispirati alle fondamenta della Chiesa Cattolica, un luogo in cui riscoprire magari anche i valori cristiani ed educativi alla base di una società civile con dei sani obiettivi.

Siamo convinti, che lei Don Ezio, con la collaborazione di tutti noi, dei genitori e di chi vorrà impegnarsi in questo progetto, possa ridare impulso e vigore alle attività ricreative dell’Oasi.

Le chiedo pertanto l’autorizzazione ad effettuare un progetto condiviso con lei e con i genitori finalizzato alla riqualificazione dell’area esterna dell’Oasi, che prevede essenzialmente quanto segue:

1. Realizzazione di un campetto da calcetto con manto sintetico;
2. Realizzazione di un campetto di pallavolo con fondo sintetico;
3. Eliminazione basamento in c.l.s. a ridosso del muro della Chiesa utilizzato anni orsono probabilmente per palco, riutilizzando tale area per collocare panchine e sedute per i genitori o per chi frequenta l’area;
4. Posizionamento di percorso pedonale per accedere all’Oasi, con collocazione di fontana ornamentale;
5. Predisposizione di sistema di raccolta delle acque meteoriche dell’area;
6. Predisposizione di impianto di illuminazione a led dell’intera area;
7. Delimitazione dell’area con cancello carraio e pedonale.

Quanto sopra sono in linea generale le opere da eseguire per riqualificare l’area. È nostra intenzione predisporre il progetto a nostre spese, recuperare le somme necessarie per eseguire i lavori e conseguentemente consegnare l’opera ultimata a lei Don Ezio per gestire, come meglio riterrà opportuno, la nuova area, senza nessuna interferenza da parte del Comune di Premosello Chiovenda, che sottoscrive fin da ora liberatoria in tal senso.

Qualora ritenga valido e sostenibile questa nostra proposta, è opportuno costituire un tavolo di lavoro formato da lei, dall’amministrazione comunale, dalla Pro Loco e dai genitori affinchè si possa avviare questo progetto e portarlo a termine, precisando che nulla verrà richiesto a livello economico alla Parrocchia.

La ringrazio Don Ezio per essere arrivato a Premosello, la ringrazio per la sua amicizia per me molto importante e le porgo cordiali saluti.

Il sindaco
Geom. Monti Giuseppe

All'interno di questo progetto che potremmo presentare in un bando che scade a luglio 2015 , e' nostra intenzione inserire anche il rifacimento del fondo del campo da tennis di Cuzzago e la sistemazione della rete perimetrale, proposta avanzata dal nostro rappresentante della frazione il sempre attivo Consigliere Dott. Pella Elia, in modo da adibire tale area a campo da calcetto, campo da tennis e campo da pallavolo nei periodi estivi.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.