1

App Store Play Store Huawei Store

lucio pizzi

DOMODOSSOLA - 21-07-2021 - A stretto giro la risposta del sindaco di Domodossola, Lucio Pizzi, sulla questione del punto nascite del San Biagio che l'assessore Icardi e il consigliere Preioni vedono aperto. Assente - come annunciato ieri - dalla cerimonia di consegna del "drapò" ai sindaci del VCO, Pizzi torna ad argomentare.

 

Sono profondamente disgustato da quanto sta avvenendo.
L’Assessore Icardi e il Consigliere Preioni cercano di confondere le carte, e la nostra comunità, con dichiarazioni e annunci che assomigliano a barzellette. Ci dicono che il Punto nascite non è mai stato sospeso e tanto meno chiuso ma contemporaneamente si smentiscono confermando che si partorisce solo in emergenza. Poi ci raccontano che lavoreranno per far cambiare i parametri ministeriali e che pensano di fare dei bandi per reperire personale medico, bandi che richiedono mesi e che molto probabilmente, in questo quadro, andranno deserti.
Leggiamo oggi che anche Forza Italia è soddisfatta delle dichiarazioni dell’Assessore Icardi, nonché del Consigliere Preioni, sul futuro del Punto Nascite, e non potrebbe essere altrimenti: d’altronde il Presidente Alberto Cirio, esponente di Forza Italiai, è il primo responsabile dell’operato della Regione e dei suoi Assessori.
Tutti voi ricorderete certo il film Amici Miei e la famosa “Supercazzola” di Ugo Tognazzi: questo è il migliore degli esempi. Intanto il Punto nascite non riapre, è chiuso, la promessa è stata tradita e le mamme non possono programmare nessun parto a Domo ma solo partorire in emergenza, speriamo non di nuovo in un parcheggio davanti al DEA.
La regione ed i partiti che la governano ci hanno girato le spalle ma questa purtroppo, aldilà delle appartenenze politiche, per l’Ossola non è una novità.
Non si illudano: io non mi arrenderò e l’Ossola tanto meno.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.