1

App Store Play Store Huawei Store

302868127 8067833889924754 3218530207225964907 n

MERGOZZO - 22-09-2022 -- 23 anni ed un futuro nella musica ancora tutto da scrivere, ma dal successo già tracciato. Parliamo di Simone Locarni, il mergozzese (nato a Verbania ma cresciuto a Mergozzo) che lo scorso 30 di agosto ha ricevuto a Spoleto l'Europe Jazz Award, in qualità di Miglior Talento Jazz Europeo. Alla sua prima edizione, il premio ha visto la partecipazione di alcuni dei musicisti più in vista nel panorama della critica musicale e dei principali magazine ed osservatori. La commissione artistica era costituita da Ramberto Ciammarughi, Gabriele Mirabassi, Fabrizio Sferra, Marco Sarti e Andrea Pettinelli. "Locarni che si sta sempre più segnalando agli occhi della critica musicale, come uno dei talenti prodigio più rappresentativi italiani e non solo" afferma l'organizzazione del premio.
Per festeggiare il giovane pianista ossolano, a Mergozzo hanno organizzato per il 1° ottobre un omaggio nell'aula magna delle scuole (ore 21).
Intanto il giovane talento ha già un voce su Wikipedia che riporta la sua biografia: Nato a Verbania ma cresciuto a Mergozzo, inizia lo studio del pianoforte all’età di 6 anni, e si perfeziona in pianoforte classico al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Affascinato dalle figure di Tom Waits e Keith Jarrett, si avvicina al jazz all’età di 12 anni, formandosi con Ramberto Ciammarughi[1], Franco D'Andrea e Umberto Petrin.

A partire dal 2016 inizia ad esibirsi nei principali festival jazz italiani al fianco di artisti italiani e internazionali come Bebo Ferra, Yuri Goloubev, Fabrizio Sferra[2], Hector Costita e John B. Arnold[3]. Nel 2018, a soli 19 anni, è ospite degli Italian Jazz Days di New York, grazie a una borsa di studio conferitagli dal Festival internazionale del jazz della Spezia[4].

Nel 2018 esce il suo primo disco Playin’ Tenco[5] in quartetto con Stefano Solani, Mario Biasio e Nicola Stranieri, incentrato sulle musiche del cantautore omonimo; nel 2021 viene invece pubblicato Ten Stops[6], secondo disco solista che vede la partecipazione di Andrea Dulbecco, Bebo Ferra e Riccardo Fioravanti.

Nell'agosto 2022 vince lo Spoleto Europe Jazz Award[7], in qualità di Miglior Talento Jazz Europeo.

Foto via Fb: Simone Locarni (il quarto da sinistra) con il premio appena ricevuto.