1

domosofia donne

DOMODOSSOLA- 23-09-2017-Proseguono con successo di pubblico  gli appuntamenti della prima edizione di "Domosofia" festival delle idee e dei saperi che anima la città di Domodossola. Gli eventi proposti  costituiscono anche un'occasione per attrarre nuovi visitatori nel centro storico che diventa così un salotto letterario a cielo aperto. Come ieri, venerdì 22 settembre sotto il cedro del Libano, in piazza Rovereto si è tenuta la "Conversazione sull'amore. Tra la mia ragione e la mia follia ci sei tu" a cura di Umberto Galimberti, filosofo, sociologo,  autore di numerosi libri e  contributi sul quotidiano La Repubblica. Intervistato dal giornalista de La Stampa, Paolo Bologna, il filosofo ha tenuto una lezione sui vari risvolti dell'amore che talvolta può confinare con la follia. Anche lo sport trova spazio nel cartellone di Domosofia: ieri sera al teatro Galletti, Enrico Martinet ha dialogato con Silvio Mondinelli, uno dei pochi alpinisti al mondo ad aver raggiunto le quattordici vette oltre gli 8 mila metri senza l'utilizzo di bombole d'ossigeno. Mondinelli ha emozionato il numeroso pubblico presente in sala con i racconti e i ricordi delle sue esperienze in alta quota in alcune delle quali si era ritrovato faccia a faccia con la morte. " La paura ti aiuta anche a vivere" ha detto Gnaro ( questo il nome con cui è notoriamente conosciuto). Con lui anche due giovani e meritevoli atleti di casa nostra: Damiano Lenzi e Giulio Ornati che hanno intrattenuto il pubblico con le loro esperienze di vita ad alta quota, inseguendo la passione per lo sci alpinismo, l'uno e le sfide di ultra trail, l'altro.  Un festival, Domosofia, che abbraccia molte arti e discipline dallo sport infatti si è passati oggi pomeriggio, sabato 23 settembre alla moda e alla musica raccontate dalla giornalista e scrittrice Fabiana Giacomotti e dalla cantante del gruppo  " Dirotta su Cuba" , Simona Bencini. Moderatrice dell'incontro, Chiara Fabrizi. Moda e musica, un connubio che ha radici profonde caratterizzato da reciproche influenze, hanno spiegato le due  relatrici. In particolare nel suo ultimo libro " La moda è un mestiere da duri" ( Rizzoli), Fabiana Giacomotti sottolinea come in realtà la moda sia tutt'altro che frivolezza, poiché rappresenta un capitolo importante dell'economia italiana, con oltre 600.000 impiegati nel settore. La moda serve anche a costruire l'identità di un'artista, ha spiegato Simona Bencini. Appuntamento a domani con gli incontri della giornata conclusiva del " Domofestival" .

Elisa Pozzoli

Foto e video di Ale Velli

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.