1

neve villa villaggio strada

VILLADOSSOLA- 22-12-2017- La nevicata di lunedì 11 dicembre ha causato non pochi disagi, avvertiti in particolare nei comuni ossolani di maggiori dimensioni, sulla questione interviene il sindaco di Villa Marzio Bartolucci: " Dopo diversi anni senza che nevicasse copiosamente nella piana ossolana- spiega- questo evento ha indubbiamente messo alla prova la nostra organizzazione comunale in tema di Piano Neve: alcune cose hanno funzionato, altre meno. Una seria analisi post evento di ciò che è stato fatto ci aiuterà a migliorare per eventuali prossime nevicate.

In premessa vogliamo ringraziare tutti i dipendenti comunali coinvolti, gli addetti esterni, le borse lavoro, i ragazzi del progetto migranti e i loro tutor ed i volontari che con il loro lavoro,  sacrificando anche qualche notte di sonno, hanno contribuito allo sgombero neve sulle strade e i marciapiedi di Villadossola durante gli ultimi 10 giorni, garantendo un soddisfacente grado di sicurezza al traffico veicolare ed ai pedoni.

Il Piano Neve Comunale, attivato nella notte tra domenica 10 e lunedì 11, stimiamo abbia funzionato per il 75-80%. Si può e si deve sicuramente migliorare e per fare ciò analizzeremo  le cose che hanno funzionato e quelle che non hanno funzionato secondo le aspettative, facendone tesoro per il prossimo evento.

Bisogna però sempre considerare gli elementi imprevisti, che in occasione di una nevicata non sono sempre facili da  interpretare e prevedere.  Ad esempio in questa occasione, dopo una giornata di neve, si è subito verificato un repentino abbassamento delle temperature che ha trasformato la neve in ghiaccio, rendendo molto complicate le operazioni di pulizia e salatura. Villadossola non è un piccolo paese, ha un’ampia densità territoriale antropizzata, articolata in strade con caratteristiche differenti fra loro (ad esempio  le frazioni di Tappia, Case dei Conti, Boschetto, Piaggio, Gaggio, solo per citarne alcune….).

Un altro elemento di imprescindibile valutazione  non può non essere il lato economico della gestione neve, durante e dopo la nevicata. Bisogna infatti tenere presente che facciamo i conti con un bilancio comunale che non consente un impiego senza controllo di fondi. Per questo motivo nell’affrontare le varie azioni volte a garantire la sicurezza, bisogna sempre valutare attentamente le risorse economiche che si hanno a disposizione, nella consapevolezza che una copiosa nevicata all’inizio di dicembre può essere solo l’inizio di un inverno nevoso e pertanto non si può perdere di vista un budget sostenibile.

La macchina operativa, guidata dal geom. Federico Corti, si è attivata ed ha operato secondo quanto codificato dal “Piano Neve comunale” . Piano pubblicato sul sito internet del Comune, già condiviso con i Quartieri negli anni scorsi, e che vi invitiamo a leggere per prendere visione e comprendere che l’azione di uomini e mezzi non è frutto di improvvisazione.

Nessuna “armata Brancaleone” o “dilettanti allo sbaraglio”, come qualcuno ha malamente affermato, offendendo  quelle persone  impegnate a lavorare in condizioni metereologiche avverse ed anche pericolose, con grosse responsabilità civili e penali anche a proprio carico.  Va ricordato che i mezzi spargisale avevano già lavorato, com’è più che normale, domenica in serata. La decina di mezzi  spazzaneve a disposizione del Piano Neve hanno iniziato a lavorare alle 4 del mattino di Lunedì 11, ad inizio nevicata,  ed hanno terminato solo dopo che le nevicate avevano cessato.  Va rimarcato che la neve è caduta in condizioni climatiche particolari, il freddo e l’umidità hanno di fatto azzerato l’azione dei mezzi spargisale passati la sera precedente (anche sulle arterie principali, superstrada e provinciale abbiamo potuto notare lo stesso effetto), rendendo ancora più difficile il compito dei mezzi spazzaneve, tanto che la mattina si presentavano completamente imbiancate, ancora coperte di neve come se nessuno le avesse salate e/o spazzate dalla neve.

 

Durante la giornata di lunedì si è lavorato incessantemente per mantenere percorribili tutte le strade di Villadossola.

A nevicata conclusa le arterie principali della città erano pulite, comprese le strade ed i piazzali che portavano alle scuole. Dopo poche ore erano pulite anche le strade verso le frazioni periferiche. Alle 23,00 di lunedì è stata ripulita l’intera piazza Mercato, dove il martedì si è svolto regolarmente  il mercato settimanale. Subito dopo si è iniziato con la pulizia dei parcheggi e dei marciapiedi principali, un lavoro complicato dalle bassissime temperature che in brevissimo tempo ha trasformato la neve in ghiaccio.

Visto l’elevato numero  di marciapiedi e le modalità con cui è possibile sgomberarli dalla neve o dal ghiaccio (la tipologia costruttiva e la loro dimensione giocano un ruolo fondamentale nell’aumentare o diminuire le difficoltà nell’affrontare le operazioni di pulizia) la scelta viene fatta seguendo una  scala di priorità:

  1. I marciapiedi lungo le arterie più trafficate dove si potrebbero registrare  i maggiori rischi per i pedoni e dove non esistono soluzioni alternative (ad esempio corso Italia, via Bianchi Novello, via Sempione, ….);
  2. I marciapiedi al servizio dei luoghi di pubblico interesse (scuole, poste, banche, farmacie, chiese,..)
  3. Collegamenti nelle frazioni con alta densità abitativa dove non è possibile intervenire con mezzi meccanici;
  4. Altri marciapiedi

Visto l’impossibilità di reperire personale necessario a soddisfare la pulizia di tutti i marciapiedi comunali, anche per i motivi tecnici ed economici sopra esposti,  non viene programmata la pulizia laddove l’analisi determina un minor rischio nel lasciare i marciapiedi ingombri e quindi “costringere” il passaggio pedonale lungo l’arteria stradale.

Se nell’operare le scelte delle priorità qualcosa ci è sfuggito (e sicuramente è così), mi dispiace. Terremo conto dei disservizi segnalati dai cittadini per apportare gli opportuni miglioramenti alla nostra organizzazione al prossimo evento.

 

Voglio pertanto ringraziare nuovamente tutti coloro che si sono adoperati per la buna riuscita dei lavori, in particolar modo il geom. Federico Corti, gli operai  comunali, l’Assessore Fausto Piolanti  referente per l’Amministrazione comunale del Piano neve, le Ditte incaricate, la Squadra dei ragazzi migranti e dei consiglieri comunali loro tutor, tutti i cittadini che hanno contribuito, anche solo con un breve tratto di marciapiede davanti casa loro, a facilitare l’opera dei mezzi comunali.

Ringrazio tutti i cittadini per le loro puntuali segnalazioni, grazie alle quali siamo riusciti ad intervenire nel migliorare ciò che era stato fatto in modo approssimativo.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.