1

crodo stabilimento campari

CRODO- 23-12-2017- Si è svolto giovedì  alle 18,30 il Consiglio Comunale a Crodo, all'Ordine del giorno alcune variazioni di Bilancio, la determinazione delle tariffe dei servizi comunali, la nomina del revisore dei conti, la conferma del servizio di Tesoreria alla BPM, Il DUP ed  il Bilancio di previsione 2018.

Al termine della discussione degli argomenti all'Ordine del Giorno, è stata discussa una mozione della minoranza in merito alla possibilità di attuare approfondimenti sul trasferimento della produzione del Crodino, attraverso la  ricerca e nomina di un consulente in materia di utilizzo dei marchi industriali il cui nome è legato alla provenienza territoriale. La maggioranza non ha ritenuto di aderire a tale richiesta, non ritenendola utile nell'ottica del futuro sviluppo dello stabilimento Campari di Crodo, che come è noto è in fase di cessione ad un gruppo industriale danese, al quale però non è stato ceduto il marchio del famoso analcolico. La minoranza preoccupata per le conseguenze occupazionali e per la perdita di quello che è da decenni il prodotto simbolo del territorio, ha sollecitato in una animata discussione il Sindaco e la maggioranza che però non sembrano condividere l'allarme e quindi per ora rimane garantita la produzione dell'aperitivo per altri tre anni a Crodo, dopo verrà prodotto e imbottigliato a Novi Ligure. Allo stabilimento antigoriano resteranno le bibite ( Lemonsoda e Oransoda) e l'acqua minerale, la cui linea è da tempo in fase di ridimensionamento.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.