1

corterosso baita montecretsese

VCO-29-12-2017-Prosegue il monitoraggio Uncem riguardo gli accatastamenti dei fabbricati rurali, e rimangono aperti gli sportelli straordinari.
“In merito -spiegano da Uncem- si osserva quanto segue: Uncem ha lavorato intensamente negli ultimi quattro mesi affinché l'accatastamento dei fabbricati rurali potesse avvenire nella maggiore chiarezza possibile per i cittadini proprietari, con meno oneri possibili. Nel rispetto di quanto prevede la norma, Uncem ha chiesto semplificazione, snellimento delle procedure, aiuto per i Sindaci. Un lavoro svolto da settembre a oggi d'intesa con i vertici dell'Agenzia delle Entrate del Piemonte, in particolare dell'ex Catasto, che hanno anche avviato una serie di sportelli straordinari nelle province di Cuneo e Torino, presso le ex Conservatorie. Inoltre, il vademecum predisposto da Uncem con l'Agenzia è stato particolarmente utile per i privati proprietari, per gli Amministratori locali e anche per i professionisti, vista l'ampia diffusione del documento fatta a novembre da Ordini e Collegi professionali.

L’esame, da parte dell'Agenzia delle Entrate, delle particelle ancora iscritte a catasto terreni come fabbricati rurali si è ormai completato. In caso di accatastamento, le parti hanno generalmente utilizzato il ravvedimento operoso corrispondendo la sanzione minima, se dovuta, ridotta a un sesto. Nel 2018 verrà completata la bonifica delle particelle per le quali non sussiste l’obbligo di accatastamento e verranno avviate le azioni di surroga nei casi in cui le parti non si siano attivate per regolarizzare gli immobili.”

Agenzia delle Entrate ha comunicato a Uncem che gli utenti potranno ancora rivolgersi agli Uffici provinciali-Territorio, i cui indirizzi sono disponibili sul sito internet dell’Agenzia, per comunicazioni e ogni richiesta di informazione. "A tal fine - comunicano i vertici dell'Agenzia a Uncem - ribadiamo anche la piena operatività di specifiche postazioni allestite nelle giornate di lunedì e mercoledì presso le Conservatorie di Ivrea, Pinerolo e Susa, oltre ad Alba, Mondovì e Saluzzo. L'Agenzia delle Entrate ha predisposto anche unapposito modulo che gli utenti potranno utilizzare per presentare eventuali istanze per l'annullamento in autotutela delle sanzioni irrogate". Sanzioni che sono un numero molto ridotto, grazie anche al lavoro di mappatura e supporto svolto dagli Enti locali e grazie agli sportelli attivati, chiesti da Uncem sin dal primo incontro con i massimi vertici dell'Agenzia delle Entrate, a Roma a inizio settembre 2017.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.