1

vogogna vista

VOGOGNA-29-12-2017- Con voto unanime, il Consiglio Comunale di Vogogna nella seduta di venerdì 22 dicembre presso Palazzo Pretorio, ha approvato il bilancio di previsione 2018 dell'antica capitale dell'Ossola Inferiore.

“Lo strumento finanziario -spiegano dal Comune- pareggia sulla cifra di 8.529.537,25 euro e prevede una serie di importanti novità sia sul versante della pressione tributaria sia sotto il profilo degli investimenti. Sul piano fiscale, infatti, il bilancio 2018 prevede una diminuzione della tassa rifiuti, che passa da un costo di 279.000 euro del 2017 a quello di 260.000 € del 2018, segnando quindi una diminuzione della tariffa a carico degli utenti del 6,8%, conseguenza questa -come ha ricordato nella sua relazione al Consiglio il Sindaco, on. Enrico Borghi- del deciso incremento della raccolta differenziata che ha collocato Vogogna tra i 13 comuni "rifiuti free" della Regione Piemonte.”

E' il secondo anno che a Vogogna si registra una diminuzione della tariffa dei rifiuti, ma mentre lo scorso anno la riduzione aveva riguardato alcune tipologie di utenze, quest'anno interesserà tutta la cittadinanza. Rimarranno invariate, invece, le altre aliquote fiscali dell'IMU che non conosceranno incrementi rispetto agli anni precedenti, essendo ormai fissate dal 2014.

“Sul versante degli investimenti, -continuano- il bilancio 2018 vede consistenti investimenti, frutto dell'entrata a regime sul territorio di Vogogna delle opere di bonifica dell'ex Enichem. Grazie all'alienazione del materiale delle cave, che porterà alle casse comunali, il Comune incasserà 725.000 €, a cui si aggiungono 900.000 € di oneri di urbanizzazione. Queste entrate straordinarie consentiranno di completare la pista per la cava della Cremosina, di intervenire per la sistemazione della viabilità di accesso al rione Calami, per realizzare opere di arredo urbano per 400.000 € e per realizzare interventi in frazione Prata (che saranno concordati in una assemblea pubblica) per 50.000 €. Stanziati inoltre 170.000 € per la riqualificazione energetica dell’istituto scolastico (su cui si è fatta istanza alla Regione Piemonte), 45.000 € per opere di riassetto idrogeologico in vicolo Valeggia. Iscritti a bilancio anche due importanti interventi, illustrati dai consiglieri Giorgio Spezia e Marco Stefanetta: 1.450.000 € per la realizzazione dell'impianto idroelettrico "Vogogna 2" sul fiume Toce, che servirà i comuni della bassa Ossola rendendoli autosufficienti dalle fonti fossili per le utenze pubbliche, e 1.250.000 € per il recupero ambientale della ex bulloneria Morino in località San Rocco. Il consigliere Spezia ha anche annunciato che il 2018 sarà l'anno in cui verranno realizzati i lavori -ormai in fase di conclusione delle autorizzazionidell'impianto idroelettrico pubblico "Vogogna 1" presso la diga di Campalbino.”

Infine, è intenzione dell'Amministrazione Comunale -in accordo con la Associazione Culturale Ossola Inferiore- richiedere alla Regione Piemonte un contributo per il restauro dell'immobile ex Casa del Teatro per realizzare una struttura museale di richiamo. "Se a questi importanti interventi -ha osservato il Sindaco- aggiungiamo il fatto che nei prossimi mesi partiranno i lavori per la nuova arginatura del Toce, appaltati direttamente da Syndial, ci rendiamo conto come il 2018 sia un anno cruciale per l'attuazione del nostro programma elettorale, e più in generale per il paese di Vogogna". Nel corso del dibattito, con alcune richieste di precisazione, è intervenuto anche il capogruppo della minoranza, Umberto Di Carmine. Il Consiglio Comunale ha inoltre approvato l'atto di indirizzo per l'ampliamento del Parco Nazionale della Valgrande nel territorio del Comune di Vogogna, al fine di potervi ricomprendere zone oggi giù tutelate come il sito SIC-ZPS del fiume Toce o la zona in fascia "A" di inedificabilità assoluta a finalità agricola nel fondovalle. Su questi aspetti, l'Amministrazione organizzerà specifiche assemblee pubbliche a Vogogna e Prata, con l'intento di giungere ad una determinazione della zonizzazione in accordo con la popolazione. A tale proposito, il Consiglio ha nominato una specifica commissione che sarà composta dal Vicesindaco Fausto Dotta e dai consiglieri comunali Claudio Zella e Umberto Di Carmine.

Il Consiglio ha infine deliberato di attivare le procedure per il trasferimento al patrimonio comunale della zona denominata "Casermetta" in località Masone. I lavori si sono aperti con un minuto di raccoglimento in omaggio alla figura dell'ex sindaco Marco Zago, tragicamente scomparso lo scorso 10 dicembre in Svizzera, la cui figura è stata ricordata con commozione al consiglio dal Sindaco.  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.