1

babbo natale bambini ornavasso

ORNAVASSO- 03-01-2018- Sono state migliaia le amiglie provenienti da tutta Italia e dall’estero venute alla scoperta del territorio, da Ornavasso a Macugnaga, grazie agli eventi della Grotta di Babbo Natale di Ornavasso, che vanta un bilancio più che positivo anche per quest'anno: "Il 28 dicembre si è conclusa l’ottava edizione della Grotta di Babbo Natale- spiegano i promotori- contraddistinta dall’abbinamento Ornavasso-Macugnaga, che ha portato decine di migliaia di famiglie dal Lago Maggiore al Monte Rosa, dove si è svolta la prima edizione dalla Regina dei Ghiacci.
La Grotta di Babbo Natale si conferma tra le mete natalizie più gettonate in Italia, grazie soprattutto alla qualità degli spettacoli e degli eventi, con decine di attori professionisti, e all’unicità dei luoghi: ad Ornavasso grande successo per il nuovo trenino sotterraneo, con l’apertura di una seconda cava, mentre a Macugnaga i visitatori hanno potuto vivere l’antica casa walser, la miniera d’oro e salire in funivia dalla Regina dei ghiacci, al cospetto del Monte Rosa. Molto apprezzato dai visitatori il sistema di prenotazione on line, che ha consentito di ridurre i visitatori dell’ultimo minuto, offrendo più qualità e servizi migliori: basti pensare che nel solo ponte dell’Immacolata sono state gestite più di 13.000 prenotazioni, consentendo a tutti di visitare la Grotta, assistere a oltre 30 spettacoli, con oltre 1600 passaggi in funivia a Macugnaga, dove le strutture alberghiere hanno registrato il tutto esaurito, prima ancora dell’arrivo della neve. “In questa edizione abbiamo puntato molto sulla qualità– commenta l’organizzazione – a partire dalle proposte artistiche, con spettacoli e artisti di livello nazionale, da Paolo Carta alle animazioni natalizie di Ornavasso e Macugnaga, con la regia di Michele Visone, grande protagonista anche della stagione teatrale milanese, migliorando i servizi offerti alle famiglie, grazie ad esempio alla nuova area Parco e al nuovo Teatro Tenda di Ornavasso, riscaldato e con 400 posti a sedere e al servizio navetta a Macugnaga, dove gli ospiti hanno scelto in prevalenza la formula week end, con il pernottamento in hotel”. In aumento anche il numero delle strutture convenzionate, 11 a Macugnaga e 7 tra Ornavasso e il Lago Maggiore e il Lago d’Orta, con visitatori che hanno soggiornato anche 2 o 3 notti grazie all’offerta integrata di eventi, che gli organizzatori intendono potenziare per la prossima edizione, che si terrà a partire dal 17 novembre 2018. In una fase in cui si sono moltiplicati in tutta Italia gli eventi natalizi per le famiglie, molti dei quali – anche i più tradizionali - hanno registrato forti difficoltà sia per la ridotta capacità di spesa che per il moltiplicarsi a livello nazionale di un’offerta non sempre di livello adeguato, la Grotta di Babbo Natale ritiene infatti importante proseguire sulla strada delle sinergie a livello di territorio, investendo sempre più sulla natura autenticamente turistica dell’evento, che ha ormai raggiunto le 30 giornate di apertura, 19 ad Ornavasso ed 11 a Macugnaga.
  Tra le curiosità in visita alla Grotta di Babbo Natale anche una famiglia dalla Nuova Zelanda, proprio nell’ultimo giorno di apertura, mentre a Macugnaga visitatori anche dalla Calabria (Catanzaro) oltre che dall’Emilia Romagna e dal Torinese, dove l’organizzazione della Grotta di Babbo Natale è presente con altri eventi in altri periodi dell’anno e che rappresentano un nuovo potenziale bacino di turisti anche per il periodo estivo.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.