1

ok diga riale neve tonossi copia

RIALE- 06-01-2018-Resta isolata la frazione di Riale

di Formazza per il pericolo di caduta di massi o materiale nevoso sulla strada: "La situazione è sotto controllo, qualcosa la montagna ha scaricato- spiega il sindaco Bruna Papa- ma rimane l'incognita del meteo, ci sta piovendo sopra, non abbiamo visibilità, quindi per ora la strada resta chiusa". Il problema si verifica da anni ogni volta che piove o nevica: "Son trecento metri di strada delle Roccette quelli pericolosi, c'è un progetto dell'Anas pronto, il ministro Delrio aveva detto che sarebbero intervenuto, ricordiamo che sopra di noi abbiamo tre dighe, che hanno una portata massima di 44 milioni di metri cubi d'acqua a Sabbioni, 18 a Morasco, ed il Toggia di 20 milioni, una centrale idrolettrica in caverna a Morasco,  ed un metanodotto di rilevanza internazionale al Gries, dove la sicurezza deve essere garantita 24 ore su 24, oltre ovviamente a tutte le attività dei privati. Anas ha investito in valle in questi anni, con la galleria delle Casse, il ponte di Baceno, lo svincolo della superstrada, ma un conto è l'afflusso dei turisti, un conto è la sicurezza. Speriamo che chi ci governa decida di realizzare le opere che da anni chiediamo. Ricordo che nell'85 ci furono tre morti su quella strada, e che nel 2010 è caduto ancora un masso, da questo è derivato il progetto che speriamo venga realizzato. Nel frattempo ringraziamo Anas ed i Carabinieri di Premia per l'assistenza in questi giorni".

Foto dalla pagina Facebook di Claudia Tonossi

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.