1

corta gallo bernardino coop nero

DOMODOSSOLA- 30-06-2015- Ieri la lettera delle Provincie di Sondrio, Belluno e del Vco ai presidenti della Repubblica e del Consiglio affinchè alle Provincie montane vengano assegnate deleghe e fondi speciali. In attesa che ciò si realizzi interviene il comitato Sos Ossola per evidenziare come senza una adeguata autonomia finanzaria ed un ripensamento dei rapporti e servizi tra le tre parti che compongono il Vco la Provincia Montana non abbia nessun senso: “Nonostante i nostri solleciti- scrive Bernardino Gallo, presidente di Sos Ossola- continua l'assordante silenzio da parte istituzioni e rappresentanti "politici" a tutti i livelli sulle nostre iniziative in difesa dei servizi a tutela degli abitanti dell'Ossola; siamo solo bombardati da roboante e continua propaganda sincronizzata su questioni che da sole, sono astratte e allontanano sempre di più la gente dalla Politica con la P maiuscola. Nessuna risposta su molti temi importanti dal Dea del San Biagio al Giudice di Pace e nemmeno iniziative concrete, salvo alcune richieste strampalate e contraddittorie con altre dichiarazioni, iniziative e documenti, da parte dei sindaci. Oggi affrontiamo la situazione della novella provincia del Vco. La situazione finanziaria, sostanzialmente accettata dai rappresentanti nominati e non eletti dal Popolo, è al limite della bancarotta e molti dei servizi banali, non si riescono o si riusciranno a garantire: dalle scuole superiori alla viabilità aspettando lo sgombero neve per il prossimo inverno. Ciascuno di noi può osservare il degrado delle strade provinciali con tante toppe e tantissime buche sempre più evidenti e la vegetazione ai lati che cresce pericolosamente ripiegata sulla carreggiata. Pensiamo che si tenta solo di distogliere il popolo con la propaganda di cose mirabolanti che dovrebbero realizzarsi, a loro dire, con la provincia che dovrà diventare autonoma e che oggi, annaspa, o affonda, nel tentativo di rendere qualche servizio ai cittadini. L'Autonomia che si persegue oggi, come il "sol dell'avvenire" che una volta abbagliava il popolo di sinistra, è fatta di mille spot su di un futuro indefinito ma di nessuna meta raggiunta, anzi. Nel frattempo manca qualsiasi iniziativa per l'occupazione, il rilancio economico del territorio, un minimo di pressione diretta o indiretta tramite istituzioni a più alto livello, verso le banche che riducono il credito alle imprese soprattutto artigiane e, molto spesso, lo negano! Manca una difesa concreta per la montagna che esiste nel Vco, cioè l'Ossola, soprattutto.

Inutile anche fare fughe in avanti, auspicando collaborazioni con territori transfrontalieri confinanti, se non si garantiscono il Cusio l'Ossola e il Verbano. L'Autonomia senza fondi aggiuntivi, recuperabili dalle risorse sottratte al territorio e pagate con un piatto di lenticchie, non vale un fico secco. E nemmeno è accettabile che non si prende atto della tripolarità del territorio con strumenti che debbono garantire ogni singola realtà a partire dall'Ossola, non perchè più importante della altre ma solo perchè ha pagato un prezzo molto pesante con la vecchia provincia. Questi strumenti, suggeriti anche da qualche comune oltre che da noi nel giorno stesso della presentazione a Domodossola, sono stati volutamente ignorati; segno che anche i promotori vogliono continuare a favorire Verbania a scapito dell'Ossola. La dimostrazione è che tacciono e niente hanno detto o fatto su questioni importanti a partire dal Giudice di Pace per finire alla difesa del San Biagio e del suo Dea. Su questo tema, avete letto qualche dichiarazione o impegno di questi esponenti, di cui nemmeno abbiamo voglia di rifare i nomi, sul Dea e sul San Biagio? Il Popolo, rammenterà e alla fine vincerà, come sempre accade”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.