1

270 cane soccorso valanga

DOMODOSSOLA- 30-06-2015-Chi si perde di più nei boschi? I tedeschi. I dati del 2014

della X Delegazione Val d’Ossola del Soccorso Alpino rilevano meno incidenti e più attenzione da parte dei soci Cai ai rischi della montagna. Aumentano gli interventi sugli stranieri, segno di una maggiore frequentazione della media montagna del Vco. Novità, la provincia del Verbano, Cusio, Ossola potrà ora contare anche su una corposa unità cinofila. Anche nel 2015 la X Delegazione del Soccorso Alpino Val d’Ossola presenta il consuntivo dell’anno precedente. Il 2014, rispetto al 2013, ha visto calare il numero di interventi, ciò che si spiega con le condizioni metereologiche particolarmente avverse nel periodo estivo (e non solo) che hanno contribuito a far diminuire le attività all’aria aperta e, conseguentemente, gli incidenti. La flessione si è registrata anche verso i cercatori di funghi, per i quali si è passati dai 41 ai 19 interventi del 2014. Questo proprio anche a causa della stagione 2014 dove non si sono registrate raccolte “fenomenali” di miceti come nel 2013 Un dato interessante riguarda l’incidenza delle ricerche verso gli stranieri, segnatamente i tedeschi, per i quali si è passati da 16 interventi del 2013 ai 34 del 2014. Un elemento numerico–statistico che evidenzia un aumento della frequentazione straniera del territorio

È interessante notare come la maggior parte delle operazioni della X Delegazione viene svolto dalle squadre a terra, senza l’utilizzo dell’elicottero: nel 2014, su un totale di 226 interventi, ben 146 sono stati risolti dalle squadre a terra, dato in controtendenza rispetto a quanto succede a livello regionale. Un altro spunto utile di riflessione viene dal fatto che gli interventi sui soci Cai non sono andati oltre l’1%, dato che conferma che gli iscritti all’associazione sono mediamente più preparati e affrontano la montagna con maggiore consapevolezza dei rischi e conoscenza del territorio diminuendo le probabilità di incidenti e di smarrimento. Nel confronto con gli interventi a livello regionale i soci Cai soccorsi dalla X Delegazione sono stati circa il 7%, un numero piuttosto rilevante che si spiega con la notevole propensione turistica del territorio del Verbano Cusio Ossola, dove i frequentatori occasionali della montagna si riversano nei week-end in zone ritenute di facile accesso con attrezzatura non sempre adeguata. Per concludere si segnala che la X Delegazione ha registrato a inizio luglio 2015 il passo avanti delle sue Unità Cinofile che, a Ravascletto (Udine) - dove si è tenuto il corso nazionale di superficie - hanno confermato la qualità di tutti i nuovi elementi ( 3 nuove unità cinofile) che stanno per entrare in operatività e che non potranno che migliorare l’efficienza nelle ricerche. I componenti delle unità cinofile della X Delegazione costituiranno così, d’ora in poi, un tassello rilevante del corpo del Soccorso Alpino locale e nazionale”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.