1

ok sede parco val grande vogogna bucci

VOGOGNA – 01-02-2018- Forte dei riconoscimenti internazionali ottenuti recentemente il Parco Nazionale della Val Grande si appresta a celebrare il 25° della sua sua istituzione e intende diventare sempre più “motore di sviluppo locale”.

Questa mattina il presidente del Parco Massimo Bocci e la responsabile della promozione del Parco hanno ricordato le recenti affermazioni del Parco nazionale in due importanti contesti sovranazionali il riconoscimento della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) e quello della rete de l’UNESCO Global Geopark. Nel 2018 sono previsti importanti interventi di sistemazione di sentieri per 450 mila euro. L’Ente ha prioritariamente individuato ambiti omogenei della rete sentieristica per tipologia di difficoltà di frequentazione e potenzialità escursionistica degli stessi anche in vista della settimana dell’Escursionismo organizzata dal CAI nazionale, prevista nel Parco della Val Grande per la primavera 2019. Il Parco nel 2017 inoltre ha ottenuto contributo regionale di 143.620 euro per la realizzazione della Via GeoAlpina, itinerario di 99 km su sentieri esistenti (tra cui la traversata classica est-ovest Valle Loana-Colloro), articolato in sette tappe, con sviluppo dalla Val Cannobina alla Val Strona, a valorizzazione di ambienti d’interesse per l’osservazione dei processi geologici di formazione della catena alpina e di servizi diversi (musei, laboratori didattici, percorsi tematici) per la divulgazione della conoscenza geologica del territorio. Gli interventi prevedono la segnalazione dell’itinerario Via GeoAlpina, l'allestimento dei sentieri geologici autoguidati Cicogna-Pogallo e Piancavallo-Vadà la messa in sicurezza di tratto in frana del sentiero In La Piana-Val Gabbio. Interventi migliorativi dei servizi offerti in quattro bivacchi localizzati lungo il percorso (Pian Vadà, Pian di Boit, Scaredi, La Colma) Informazione turistica mediante sei corner informativi localizzati nei nodi di accesso alla Via GeoAlpina e nei centri abitati intersecati Informazione turistica mediante abaco informativo e Qrcode Wi-fi a Cicogna e al rifugio del Pian Cavallone. Durante la conferenza si è parlato di mobilità sostenibile ed è stato annunciato l'aumento dell'offerta di biciclette per la fruizione sostenibile del patrimonio culturale e naturale del Parco e del territorio contiguo.

Alla postazione di Fondotoce vi sarà il completamento punto bike nel Parco della memoria e della pace, con la realizzazione della piattaforma di sosta delle bici. A Rovegro: sarà completato l’accordo con il gestore già individuato e attivato del servizio di noleggio. A Trontano sarà creata una postazione in accordo con il servizio della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, il Comune di Trontano. A Villa Biraghi poi è prevista la valutazione di interventi restauro degli affreschi e del giardino. Per la gestione faunistica sono state ricordate le attività previste dal piano di contenimento del cinghiale e quelle proprie del monitoraggio e regolamentazione delle attività di pesca. Il primo si svolge sul campo con postazioni ed abbattimenti periodici in collaborazione con il Raggruppamento Carabinieri Parco (RCP) ed i selecontrollori, con una aggiunta relativa alle analisi dei danni provocati da fauna selvatica per l'indennizzo al privato secondo i criteri di regolamento specifico. Nel 2018, una volta approvato il piano di gestione revisionato nel 2017, si provvederà alla sua attuazione.

Mary Borri

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.