1

san biagio mix messa 18

DOMODOSSOLA-2-02-2018 – L'ospedale è l'altare principale della città, dove si celebra perennemente l'Eucarestia. Il luogo in cui ogni giorno si celebra l'offerta della sofferenza e della precarietà. Abbiamo bisogno di tanti Biagio che sappiano portare l'amore di Dio a chi è solo ammalato, anziano”. Lo ha detto il parroco di Domodossola don Vincenzo Barone nell'omelia alla messa nella chiesetta dell'ospedale davanti ai volontari dell'Avas che prestano servizio nel nosocomio domese, ai medici e agli infermieri. “San Biagio ha compiuto tanti miracoli perchè si e fidato di Dio. E noi avremmo bisogno di volgere lo sguardo più spesso verso l'ospedale, ci renderemmo conto che vale la pena farsi passare le nostre paturnie e decidere di usare le nostre mani e le nostre gambe per portare sollievo al prossimo”. Molta gente oggi ha partecipato oggi alla messa in onore di San Biagio patrono dell'ospedale celebrata con un giorno di anticipo che è stata presieduta da don Barone e concelebrata da don Simone Taglioretti e da don Armando Bartolotti. Alla funzione era presente anche il sindaco Lucio Pizzi e Luciano Succi presidente del comitato “Insieme per un dono”. A proposito del futuro dell'ospedale domese il parroco ha detto: “Non sono un tecnico, ma mi auguro che le persone competenti prendano soluzioni sagge”. Al termine è seguita la benedizione della gola.

Mary Borri

 

 

 

4cab7ceb-1f21-455e-a0c4-889d1da6810a.JPG2b6ac615-a32f-4261-a419-609b63945c7f.JPGf5e317b0-e5f6-448f-8440-12d7ca564097.JPG7ccbb05b-9575-4595-9809-ac8f06211a05.JPGf1532118-d400-475b-a0d1-13ebf27140be.JPG

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.