1

corta gallo bernardino coop nero

DOMODOSSOLA- 03-07-2015- Bernardino Gallo, presidente di Sos Ossola, interviene

sui recenti fatti in materia di sanità, come le potenziali dimissioni del presidente Chiamparino il prossimo 9 luglio, la diatriba epistolare tra Cattaneo e Reschigna per l'anno di insediamento della giunta, e per la convocata riunione dei tecnici ed amministratori ossolani all'Asl: “Mentre la canicola incalza- spiega Gallo-non siamo risparmiati da incredibili dichiarazioni da parte di politici piemontesi e locali. In primis il "governatore" Chiamparino che preannuncia di dimettersi per ripresentarsi al voto, ma solo se il Tar perdesse tempo o facesse intendere che fa sul serio sulla vicenda di tante firme per la presentazione di liste a lui collegate, che molti danno per false. Una persona credibile le dimissioni le avrebbe date subito. A livello locale si accavallano le dichiarazioni di Cattaneo e Reschigna sul chi abbia realizzato il buco più grosso nelle finanze della regione Piemonte. Il popolo non tollera di scaricare sempre sulle precedenti amministrazioni e di dichiarare d'essere inconsapevoli della situazione. Nessuno che si candida può dichiararsi inconsapevole della situazione finanziaria, altrimenti dovrebbe spiegarci sulla base di cosa hanno redatto il loro programma elettorale. Incredibile che Reschigna dichiari che era all'oscuro! Noi pensiamo che le giunte Ghigo, Bresso e Cota, succedutesi negli anni hanno determinato il buco, anche se Cota si sarà superato. Ma Reschigna non era in consiglio regionale? Non era ed è un amministratore "scafato" ed esperto come pochi nella materia? Se non se ne era accorto credo che sia anche colpa sua e della sua maggioranza che non ne ha tenuto conto nel programma. Una situazione difficile andava gestita con il massimo coinvolgimento della gente e non con il cambio delle carte in tavola e con salassi che ammazzerebbero un cavallo e tasse senza precedenti. Ma le loro prebende sono restate intatte, anzi sono aumentate e rappresentano uno schiaffo alla situazione sociale ed economica del popolo! A livello locale continua la propaganda del leader massimo e del silenzio della sua squadra di nominati. Infine a cosa serve l'autonomia del Vco senza soldi che dovrebbero servire soprattutto per i servizi importanti tra i quali la sanità? E sul Dea, la rappresentanza dei sindaci, non si era già espressa? Questione sorvolata da tutti e soprattutto dalla delegazione dei due sindaci e dei due tecnici dottori, almeno a leggere le dichiarazioni. Ribadiamo che andare a parlare di servizi territoriali su cui abbiamo sottolineato alcune carenze come quelle relative ai "filtri" per il Dea, senza che si sappia dove il Dea sarà collocato dalla Regione, è un mero e puro esercizio di propaganda e di subordinazione ai dictat regionali e del partito dominante. Non ci meraviglia dell'accodarsi di Cattrini a Monti e la sua squadra di tecnici, uno dei quali, è organico al gruppo domese del Pd che si sta attivando per fare le primarie contro la candidatura a sindaco di Cattrini. Agevola la campagna acquisti che gli sta contro. Ma ci facciano il piacere tutti! Non aggiungete sofferenza alla canicola”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.