1

Cannot find memorial_dece_birilli subfolder inside /var/www/ossola24/images/articles/memorial_dece_birilli/ folder.
Admiror Gallery: 5.2.0
Server OS:Apache/2.4.46
Client OS:Unknown
PHP:7.4.4

corta memorial dece alpine porsche arlette

BACENO- 05-07-2015- Una sessantina di auto, tra cui le mitiche Alpine e Porsche di Adriano Decè hanno partecipato sabato al memoriali per il pilota e preparatore ossolano: “E' difficile descrivere la giornata - spiega la figlia di Adriano Decè Ariela- perchè per me è stata emozionante in ogni momento. Erano circa una sessantina le vetture che hanno partecipato, Enrico Bruno, ha detto che Adriano è riuscito a riunire numerosi amici dei "tempi d'oro", condividendo bellissimi ricordi. Il percorso si è svolto tra Baceno, Crodo e Mozzio e la val Formazza, complice il bel tempo, le persone venute da fuori Vco,sono rimaste colpiti dal paesaggio e dalla vecchia strada delle "casse". Sono stati anche numerosi i simpatizzanti, che sono venuti per vedere le varie dimostrazioni di abilità, fra i birilli. Le auto presenti di Adriano erano l'Alpine e il Porsche, quello con cui ha vinto nel 1978, mi piacerebbe sottolineare che gli attuali proprietari,vengono da via, da Monaco e da Bologna, perchè veri appassionati e rispettosi di queste auto. L'ultima dimostrazione fra i birilli abbiamo potuto farla all'imbrunire, avendo l'emozione di accendere i fari. La manifestazione è terminata a Valdo, dove la Proloco ha messo a disposizione un tendone e un buffet per accogliere tutti.Un riconoscimento alla manifestazione è stato dato a tutti i partecipanti, inoltre io e mia mamma abbiamo ringraziato con un "omaggio" le persone che mi stanno aiutando nella ricerca della carriera rallistica di Adriano, ho esposto circa una quarantina tra foto e classifiche.Un particolare, è successo che prima della partenza, l 'Alpine ha avuto un problema e si è fermata alle Nosere. Fabrizio Alì non ha esitato a mettere a disposizione la sua officina, che è lì vicino.Lui è stato l'unico dipendente che Adriano ha avuto per parecchi anni. Destino? Si sono resi disponibili anche Serini e Laurini, un bel gesto di solidarietà”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.