1

corta dogana iselle auto

DOMODOSSOLA- 08-07-2015- Ecco l'andamento del mercato del lavoro

nella Confederazione  Svizzera, nel Vallese e in Ticino a giugno 2015 fornito da Diego Caretti della Direzione Coesione  Sociale della Regione Piemonte: “Nella Confederazione alla fine  di giugno 2015 erano iscritti 133.256 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 3.093 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,2% nel mese di maggio 2015 al 3,1% nel mese in rassegna . Rispetto alo stesso mese dell'anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 6.624 unità (+5,2%). Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è diminuito di 499 unità (-3,1%) rispetto al mese precedente  arrivando al totale di 15.853, ciò che  corrisponde a 901 persone in più (+6,0%) rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Dei 133.256 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento; 72.018 sono svizzeri e 61.238 stranieri di cui 7.650 italiani, il tasso di disoccupazione di nazionalità italiana iscritti nella Confederazione è sceso dal 4,9% nel mese di maggio 2015 al 4,7% nel mese in rassegna. Nel Vallese sono 5.779 i disoccupati iscritti presso gli Uffici regionali collocamento a fine giugno 2015, sono 449 in meno rispetto a maggio 2015, Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,6% con una flessione  dello 0,2% rispetto al mese precedente, questo calo è dovuto quasi interamente alla ripresa delle attività stagionali come  le costruzioni e l'agricoltura e l'avvio della stagione turistica estiva. Dal confronto con giugno 2014 la situazione è quasi identica per i settori delle costruzioni e del turismo (alberghi -ristoranti), mentre si osserva un rallentamento delle attività industriali collegate all'industria d'esportazione,  dovuto ai primi effetti del franco forte. Il calo di iscrizioni agli uffici regionali di collocamento si è registrato in tutte e le tre aree del Vallese. Il tasso di disoccupazione nell'Alto Vallese (1,5%) è  inferiore di oltre 2 punti percentuali al dato Cantonale (3,6%). In giugno la disoccupazione in Ticino è diminuita, a fine mese figuravano iscritti presso gli uffici regionali di collocamento 5.325 disoccupati dei quali 4.582 a tempo totale (86,0%) ed i restanti a tempo parziale (743;14,0%)

Rispetto a maggio 2015 il numero dei disoccupati ha dunque conosciuto una diminuzione di 341 unità (-6,0%); durante lo stesso periodo dell'anno scorso si era manifestata  una riduzione di 189  unità (-3,1%). A fine giugno 2015 ll tasso di disoccupazione si è pertanto attestato al 3,3%, diminuendo di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Questo valore è inferiore a quello registrato l'anno scorso (-0,4% punti percentuali)) Durante il mese di giugno tutti i distretti in cui è suddiviso il territorio cantonale hanno conosciuto una diminuzione più o meno importante del numero di disoccupati che si è tradotta in una riduzione del tasso di disoccupazione compresa tra 0,1 e 0,5 punti percentuali. I distretti di Bellinzona (4,0%), della Riviera (4,0%), di Mendrisio (3,5%) e della Leventina (3,5%), sono quelli più colpiti con un tasso di disoccupazione che risulta superiore a quello cantonale (3,3%). A fine giugno 2015 si osserva una variazione diversa della disoccupazione a seconda dei gruppi professionali. In termini assoluti le diminuzioni più consistenti si sono registrata  nell' Edilizia (-82 unità; -13,7%) e nelle professioni alberghiere e dell'economia domestica (- 81 unità; - 8,4%) ). Da segnalare anche le variazioni che hanno interessato le Professioni Commerciali e della vendita  (-37 unità; -6,3%) e le professioni commerciali e  amministrative  (-29 unità;-3,6%)”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.