1

corta cattrini manifesti expo

DOMODOSSOLA- 09-07-2015- Spariamola. Se fosse vero quello che sostiene l'ingegner Ugo Brusa

si dimezzerebbero le emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera causate della produzione di acciaio nelle fonderie. L'Ossola non porterà solo le proprie peculiarità, le bellezze paesaggistiche, il folklore all'Expo 2015. Nelle giornate messe a disposizione del comune domese e quindi di tutta l'ossola troverà spazio anche la presentazione di uno studio fatto con anni ed anni di esperimenti da Ugo Brusa, ingegnere ossolano ( ha sposato una discendente dei titolari delle acciaierie Ceretti ed è stato per tutta la vita impiegato nel settore ndr.) che dimostrerà con le sue esperienze in laboratorio che con le polveri delle lavorazioni delle acciaierie riesce a produrre acciaio, e quindi a consumare il 50% in meno di energia: “E' una proposta di carattere mondiale che verrà presentata all'Expo anche per la sua valenza ambientale- spiega il sindaco Mariano Cattrini- tutti gli ingegneri che lui conosceva sono ora morti, e quindi non ha avuto interlocutori con cui lavorare. Sarebbero, secondo i suoi calcoli, 1 miliardo e 200 mila tonnellate di Co2 che non sarebbero più immesse in atmosfera, con un risparmio economico ed un miglioramento delle condizioni ambientali incredibili. Inoltre sostiene non ci sarebbe più la necessità di usare il carbone coke per fondere, ma basterebbe l'energia fornita da una centrale di riciclaggio della spazzatura. Ci sono tre ipotesi di soluzioni, che dovranno essere valutate dalla comunità scientifica e che presenteremo il 4 di settembre”.

Per la videointervista: clicca qui

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.