1

corta condomini

DOMODOSSOLA- 17-07-2015- La Guardia di Finanza di Domodossola ha scoperto un privato proprietario di più appartamenti che ha omesso di dichiarare, ai fini delle imposte sui redditi delle persone fisiche e dell’imposta di registro, canoni di locazione per oltre 150.000 euro, i soldi evasi sono riferiti ad esercizi d’imposta i cui termini di presentazione della dichiarazione sono scaduti: “Questa condotta ha connotato il contribuente come evasore “paratotale”- spiegano dalla Gdf- tenuto conto che più della metà dei redditi da fabbricati percepiti non sono stati dichiarati. L’attività ispettiva si è basata, inizialmente, sull’acquisizione “porta a porta” di informazioni da tutti quegli inquilini “noti”, in quanto era stato registrato il contratto di locazione; i quali, nella maggior parte dei casi, hanno dichiarato di pagare un affitto di circa il doppio di quello registrato. Ma i conti correnti hanno svelato un’altra buona fetta di evasione: infatti grazie agli accertamenti bancari è stato possibile individuare quelle locazioni del tutto sconosciute al fisco, verosimilmente riconducibili ad affitti stagionali. La materia imponibile sottratta a tassazione rilevata sui conti correnti del proprietario è stata incassata il più delle volte con assegni, non curante della tracciabilità dell’operazione. La caccia agli affitti “in nero” continuerà di pari passo con tutte le altre attività di polizia economico – finanziaria del Corpo, specialmente in un territorio a forte connotazione turistica come quello delle valli Ossolane in cui la locazione di abitazioni è fiorente sia nel periodo estivo che in quello invernale”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.