1

corta cristiano corti

VILLADOSSOLA-19-07-2015- Un trombo formatosi dai problemi cardio- respiratori.

Un fenomeno raro, imprevedibile, impossibile da prevedere e diagnosticare. Questa, secondo la perizia fatta dalla dottoressa Yao Chen dell'Università di Pavia, sarebbe la causa della morte di Cristiano Conti, il diciottenne spirato lo scorso 16 marzo proprio quando ci si aspettava tornasse a scuola dopo le tre settimane di assenza in cui aveva costretto una polmonite. Le conclusioni scagionano così i due medici dell'Asl indagati dopo l'esposto dei genitori del ragazzo. Il pm Nicola Mezzina potrebbe quindi ora richiedere al Giudice per le indagini preliminari l'archiviazione del caso.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.