1

lincio arturo nov 2018

VERBANIA - 07-11-2018 - "Nel VCO abbiamo tre statali: la 34 del lago Maggiore, la 33 del Sempione e la 337 della Vigezzo; nei decenni è stata dimostrata da innumerevoli eventi la condizione di pericolosità tra frane, valanghe ecc. di tutte e tre le arterie internazionali, ma poco o nulla è stato fatto, tutto bloccato dalle procedure, dove la burocrazia ha ancora la priorità sulla sicurezza dei cittadini". Così il presidente della Provincia del VC0, Arturo Lincio, che a pochi giorni dall'elezione s'è trovato a dover far fronte alla grave emergenza maltempo che ha interessato l'intero territorio provinciale. E così dopo il vertice convocato a Villa Taranto dal prefetto Olita, Lincio trova il modo per dar voce al suo sfogo. "Ci sono cose che in un paese civile non sarebbero ammissibili - prosegue - c'è un accordo di programma sottoscritto per la statale 34 da 60 milioni dietro, altri milioni sono stanziati per la 337 della Vigezzo, cifre enormi, che potrebbero essere utilizzate subito invece di tenere in piedi procedure che in altri paesi europei non esistono. Il dubbio legittimo è che ci prendano in giro, che quei soldi promessi in realtà non esitano. Tutto questo senza considerare che nei confronti della Svizzera, stiamo parlando infatti di arterie internazionali -  non è che brilliamo ". Lo sfogo di Lincio si conclude con un appello al Governo: "La sicurezza deve venire sempre prima della burocrazia - dice - è una priorità, la sicurezza come priorità sulla burocrazia".

Antonella Durazzo

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.