1

assemblea soci pro loco

DOMODOSSOLA -04-12-2018- All’unanimità l’assemblea dei soci della Pro Loco, riunitasi lunedì sera in Cappella Mellerio, ha deciso di commissariare l'ente, mancando un gruppo dirigente nuovo.  I soci (35 presenti e 17 deleghe), dopo lunga analisi della situazione sono arrivati a malincuore a questa ultima soluzione. Ora spetterà all'associazione regionale delle Proloco, l'Unpli, nominare un commissario. Durante la discussione, in alcuni tratti molto accesa,  è emersa la volontà di non arrivare a vendere il patrimonio della Pro Loco, stimato diverse decine di migliaia di euro ma composto da attrezzatura necessaria alla produzione di eventi e manifestazioni, come le circa 90 bancarelle di Natale con impianto elettrico, una cucina professionale, l'attrezzatura per il cinema all'aperto ecc. ma per chiudere i pagamenti verso i creditori, ovvero le dipendenti licenziate, mancano circa 40 mila euro, causati, è stato spiegato in assemblea, dal mantenimento per i primi 11 mesi dell'anno dell'apertura dell'Ufficio turistico con le tre impiegate, della convenzione non rinnovata e proposta dal comune lo scorso agosto, dalla mancata organizzazione dei Mercatini di Natale, così come delle luminarie. Durante l’assemblea i vecchi ex presidenti (Bonacci, Pizzicoli, Lipari e Rondinelli) si sono detti disponibili a coadiuvare il futuro commissario per trovare le soluzioni meno indolori per la Pro Loco domese. L'invito sarà esteso anche all’altro ex presidente, Antonio Pagani, e a quello uscente Paolo Rossi, che continuerà per la gestione corrente mentre si è in attesa della convocazione, come richiesto in consiglio comunale, di una riunione chiarificatrice fra amministrazione comunale, allargata non solo alla giunta, e il vecchio gruppo dirigente.

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.