1

rifiuti

PREMOSELLO CHIOVENDA  - 04-12-2018 - Un aumento del 7-8% sul budget 2019 per la raccolta e lo smaltimento rifiuti. La doccia fredda è arrivata da Conser VCO attraverso una lettera inviata ai sindaci del Consorzio. Cosa significa in soldoni? "Per un Comune come Premosello che ha un budget vicino ai 250mila euro - spiega il sindaco del comune della Bassa Ossola Giuseppe Montisi tratterebbe di un aumento di  circa 20mila euro, soldi che pagherebbero i cittadini attraverso la tassa rifiuti. Peggio andrebbe nei comuni più grandi, penso a Verbania o a Domo, dove chi oggi paga 500 euro l'anno potrebbe ritrovarsi con un aumento di 40 euro in bolletta". L'aumento sarà uno degli argomenti in discussione alla prossima assemblea del Coub (Consorzio Unico di bacino) del VCO, in programma venerdì prossimo. "Invito tutti i sindaci, qualsiasi sia il loro orientamento politico, a votare contro", insiste Monti, che intanto, assieme ai colleghi di Vogogna, Enrico Borghi e di Ornavasso, Filippo Cigala Fulgosi s'è premurato di inviare una lettera sia a Conser sia al Coub dove si rigetta l'ipotesi di aumento, dicendosi favorevole, d'altronde è obbligatorio, al solo aggiornamento Istat (1,5%). Il primo cittadino di Premosello è particolarmente critico verso il Coub, che lui stesso ha guidato negli anni scorsi: "E' l'organo cui spetta di indirizzare le politiche sui rifiuti, non dovrebbe avallare quest'aumento indecente ma dettare le politiche gestionali. Pare che l'aumento sia determinato dallo smaltimento dei rifiuti indifferenziati - prosegue il sindaco - spetterebbe al Coub cercare prezzi migliori, ma se non si attua una strategia in questo senso bisogna sottostare ai prezzi che ci fanno gli altri". Dalla chiusura del forno di Mergozzo, nel 2012 (col Coub guidato da Monti), il "nero" viene smaltito fuori provincia: "Era conveniente, i termovalorizzatori per essere convenienti devono bruciare 90mila tonnellate l'anno, allora ne avevamo 25mila. Certo, poi del forno non s'è fatto più niente, l'impianto è rimasto lì, fermo, in un'area che andrebbe anche bonificata. Questo è uno dei punti principali che il Coub - che a questo punto andrebbe eliminato e le competenze trasferite alla Provincia o alla Regione - dovrebbe essere in grado di affrontare. L'altro è il destino di Conser, quella gara a doppio oggetto (per l'affidamento del servizio a privati  ndr) della quale non s'è più saputo niente". E così quei rifiuti che da anni si dice dovrebbero rappresentare una risorsa per i cittadini e non una spesa, rischiano di portare il prossimo anno un notevole aggravio ai bilanci familiari. (a.d)

 

 

 


     

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.