1

49193172 1193119977512440 4343782060335300608 n

BACENO - 02-12-2019 - Il lago gelato di Codelago s'è ripreso il suo spazio, per l'ammirazione dei tanti escursionisti che in questi giorni di festa si sono recati al Devero. Ma dall'ente di gestione delle Aree Protette dell'Ossola giunge un avviso importante, poiché lo strato di ghiaccio è sottile in molti punti, una condizione anomala per la stagione. "La traversata del lago gelato di Codelago all’alpe Devero è un itinerario molto frequentato che attira ogni inverno escursionisti e ciaspolatori. Quest’anno il lago, essendo in corso interventi di manutenzione delle dighe, è stato svuotato ed è tornato alle dimensioni originarie di inizio Novecento, prima degli interventi di utilizzo idroelettrico. Una condizione straordinaria che permette di vedere il lago come era un secolo fa. Le condizioni ambientali tuttavia sconsigliano fermamente l’attraversamento del lago in quanto le forti escursioni termiche hanno impedito il formarsi di un consistente strato di ghiaccio".

Improvvisamente si passa dal ghiaccio portante all’acqua. Negli anni passati non si ricorda una situazione del genere in questa stagione”. Dice Paolo Stoppini, guida alpina e guardiano delle dighe di Devero. Gli uffici di vigilanza delle Aree Protette dell’Ossola sconsigliano pertanto l’attraversamento del lago, stante l’elevato grado di pericolosità.

(Foto: Comune di Baceno via Fb- Aree protette dell'Ossola)

49581032_1193120060845765_7669275985228857344_n.jpg49489241_2253366428243236_3891182778959527936_o.jpg49330439_1193120120845759_3834308804846026752_n.jpg49210758_1193120067512431_103251310148583424_n.jpg49748462_2253366511576561_4089429346832351232_n.jpg49193172_1193119977512440_4343782060335300608_n.jpg49179447_1193120030845768_7520970107367981056_n.jpg

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.