1

pizzi lucio dubbio

DOMODOSSOLA- 09-01-2019- Il sindaco domese Lucio Pizzi ha scritto al Presidente del Ciss Ossola in merito alla programmazione delle chiusure dei centri di accoglienza in città e all’attività di controllo sugli stessi: “Dopo la chiusura dei tre centri di accoglienza in Piazza Matteotti ad inizio 2017 e la chiusura dei due centri di accoglienza in Via Amendola ad inizio 2018- scrive Pizzi- era stata programmata entro fine dicembre 2018 la chiusura del centro di accoglienza di Via Giovanni XXIII n. 4

Sono quindi a chiedere formale conferma della chiusura del suddetto centro di accoglienza.

Ribadisco che il percorso di alleggerimento dei migranti concordato con lo scrivente deve proseguire e sono quindi a chiedere cortese riscontro che sia stata messa in programmazione entro giugno 2019 la chiusura del centro di accoglienza in Via Cioia di Monzone.

Resta prioritario chiudere innanzitutto i centri di accoglienza siti nei condomini, per evidenti ragioni di sicurezza e di equilibrio di vita dei nostri concittadini.

Inoltre in data 31.05.2018 (prot. n. 14631) Le scrivevo per evidenziare come la Convenzione per l’affidamento del servizio di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale - sottoscritta da C.I.S.S Ossola e Prefettura del Verbano Cusio Ossola - facesse testualmente richiamo al “controllo del rispetto degli orari di rientro serale” prevedendo anche un registro delle presenze nei Centri di accoglienza. Di conseguenza sottolineavo come fosse vostro indispensabile dovere programmare tale attività di controllo. Nella stessa lettera evidenziavo anche come la convenzione prevedesse “la registrazione dei visitatori con annotazione degli estremi del provvedimento autorizzativo e l’assistenza, sulla base delle indicazioni della Prefettura, dei visitatori ammessi al centro”. Vi chiedevo perciò di programmare anche un’attività di controllo in tal senso. Colgo quindi l’occasione per avere formale riscontro che siano stati presi tutti i provvedimenti necessari al fine di evitare un via vai incontrollato nei centri di accoglienza”.

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.