1

005

MACUGNAGA -14-01-2018-  Questa è la storia di Robin, un simpaticissimo cagnolino di 10 kg di peso, un incrocio con un Jack Russell, scomparso lo scorso 31 dicembre da casa di Flavio Violatto di Macugnaga. Fortunatamente ieri Robin è stato ritrovato dopo ben 13 giorni di apprensione e ricerche continue.
Flavio ci racconta l'accaduto…..

“Robin è scappato la notte di capodanno terrorizzato dai Botti.
Eravamo in casa a festeggiare e quando è suonata la mezzanotte i ragazzi sono usciti per vedere i fuochi d'artificio lasciando la porta socchiusa. Robin evidentemente si è spaventato, invece di salire a nascondersi sotto il letto come ha fatto gli altri anni, ha infilato la porta e non l'abbiamo più visto. L'abbiamo inseguito subito ma a Pecetto sembrava di essere sotto un bombardamento, quindi chissà dove il terrore ha portato Robin... Quella stessa notte sono tornato alle 5 dopo 5 ore di ricerche infruttuosa. Lo abbiamo cercato per 13 notti e 13 giorni, lo abbiamo cercato anche al buio dopo la mezzanotte quando tutto era più tranquillo. E con noi familiari, tante amiche e tanti amici hanno instancabilmente percorso i sentieri di Macugnaga, Gabriella, Roberto, Antonio, Francesco e Teresa, Walter, Nandi, Andrea, Marco, Francesco e Cristina, e decine e decine di altri che passeggiando cercavano il fuggitivo con apprensione. Ieri Emma Marone, 7 anni, mi ha telefonato per dirmi che l'ha visto a Fornarelli, che era sicura fosse lui. Allora subito a cercare nel tardo pomeriggio e poi la sera. Oggi, tredicesimo giorno della fuga di Robin l'ho cercato ancora a Fornarelli fino a Isella e fino a Pestarena, poi da Pestarena al Morghen. Ho guardato in tutte le baite, tutti gli anfratti, chiesto a tutta la gente che incontravo. Ero anche senza telefono perché ho dimenticato a casa il carica batterie. Per fortuna al "220 di Borca" sono organizzati, ho lasciato il mio telefono alle ragazze perché lo mettessero in carica e sono ripartito alla ricerca. Ad un certo punto, stavo tornando dal Morghen, sento delle voci chiamarmi, erano Valeria e Serena del 220 che sono venute a cercarmi per dirmi che era stato trovato Robin.
Chi l'ha trovato è Francesco Villa che l'ha avvistato ad Opaco, dietro la Cappelletta degli Inglesi, all'inizio del sentiero che porta all'Alpe Bletza. Francesco ha cercato di avvicinarsi ma Robin, che non lo conosceva, prima ha cercato di morderlo e poi si è dato alla fuga verso Pecetto, con Francesco che lo inseguiva per non perderlo di vista. Robin nella sua fuga si è diretto a casa e si è nascosto nel sottoscala. Hanno dovuto coinvolgere Wanda Marone per farlo uscire dal suo rifugio. Quando finalmente mi hanno rintracciato e sono tornato a casa, ho trovato gli amici che mi aspettavano facendo le coccole a Robin. Lui ha cercato di farmi le solite feste, ma era debolissimo e non riusciva a reggersi. È magro da far impressione. Ora riposa, ha tanta sete, dorme e beve. Domani sentiremo cosa dice il veterinario.
Ora passiamo ai ringraziamenti. Devo ringraziare tanta gente. Tutta la comunità macugnaghese, i tanti amici residenti e non residenti. Ma poi anche tanta gente della Valle perché ho seminato volantini fino a Piedimulera. E poi le comunità dei social: ci sono state 1300 – 1400 condivisioni solo in Facebook, e poi articoli online sui profili di VareseNews, Il Rosa, La Valle del Rosa, tanta gente si è presa a cuore le sorti di Robin e alla fine abbiamo vinto tutti perché di tutti era il desiderio che Robin tornasse. Ed è stato questo forte e corale desiderio che ha fatto tornare Robin ormai allo stremo. Non credo che ce l'avrebbe fatta un'altra notte, era veramente esausto. Adesso è a casa e un po' alla volta riprenderà la sua vivacità e lo vedrete ancora in giro per Macugnaga festante e allegro per sentieri e pratoni. Un grazie dal cuore della famiglia Violatto di Pecetto Superiore a tutte le amiche e a tutti gli amici per aver reso possibile questo lieto fine.
Per noi il 2019 è iniziato domenica 13 gennaio!” (Fonte: La Valle del Rosa)

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.