1

corto flsh mob capretti viale

DOMODOSSOLA- 28-03-2015- Flash mob, a Verbania da piazza San Vittore a piazza Ranzoni ed a Domo da piazza Matteotti sino in piazza Mercato contro l’uccisione degli agnelli per il pranzo Paquale. L’iniziativa è stata della Lav: “Il pacifico muso di uno degli agnelli salvati dall’associazione,  accompagnato alla frase ‘Lascialo vivere’è stato il volto simbolo del Flash Mob organizzato dalla Lav Pdr Arona per sensibilizzare i cittadini sulle contraddizioni della tradizione- spiegano gli organizzatori,  che domani riproporranno il flash mob ad Arona- la Pasqua è un momento di particolare spietatezza nei confronti degli animali. Sono infatti centinaia di migliaia gli agnelli e capretti uccisi ogni anno di questi tempi per celebrare quella che dovrebbe essere la festa della vita. E se invece di ucciderli li lasciassimo vivere? Ammassati in autotreni, i piccoli, separati brutalmente dalla madre, viaggiano su lunghe tratte per giungere ai macelli di destinazione, dove, immobilizzati e appesi per una zampa, sentono le grida di terrore dei loro simili e percepiscono l’odore del sangue, prima di finire sgozzati. Ogni anno la scena si rinnova quasi quattrocentomila volte, con il suo finale tragico, in tutta la Penisola.  Il consumo di carne ovicaprina sta calando, ma anche un solo animale ucciso è troppo  -dichiara la Lav - e noi continueremo la nostra opera di sensibilizzazione affinché si raggiunga la quota zero. Lo scorso anno nel mese di aprile (in cui cadeva la Pasqua) sono stati macellati 371.932* agnelli e capretti: un numero che rimane immenso. L’alternativa a questo sacrificio ripetuto ogni primavera esiste, è facile da adottare e molto più coerente con il festeggiamento della rinascita pasquale di quanto lo sia un piatto di carne di agnello o capretto.  La scelta di una Pasqua vegan potrebbe anche sancire  l’inizio di un nuovo stile di vita, più generoso e attento nei confronti degli animali e del Pianeta, ma ugualmente vivace e creativo.  Per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli aspetti anacronistici, non sostenibili  e crudeli di tante nostre tradizioni gastronomiche, come l’agnello a Pasqua,  e per far riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte abitudinarie a tavola”.

flash mob capretti

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.