1

pr

DOMODOSSOLA - 04.02.2019 - Battaglia Uncem su tempi e costi dei Piani regolatori. 

Marco Bussone, presidente nazionale Uncem, ha scritto in queste ore al Consiglio nazionale dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, evidenziando, appunto, la necessità di snellire norme e anche ridefinire ruoli istituzionali. "Registro tra i sindaci una forte preoccupazione per i tempi e per i costi di nuovi Piani regolatori comunali, di varianti e altri documenti urbanistici che devono essere adeguati. La complessità di procedure e atti è aumentata a dismisura negli ultimi anni”.

Bussone sottolinea come ciò crei problemi soprattutto ai piccoli Comuni, la maggior parte, dunque, di quelli in Ossola e dintorni. “Per un Comune da mille o duemila abitanti, un nuovo Piano o una variante strutturale generale impegna cinque, sei, sette anni e qualche centinaia di migliaia di euro. Bisogna invertire questa impostazione. Un piano - afferma il numero uno Uncem - dev’essere autorizzato dai tecnici regionali in non più di un anno dalla data di presentazione. In due si deve chiudere l'intero iter, dalla stesura all'adozione definitiva". 

Ancora Bussone: “E’ necessario anche ripensare il consumo di suolo, che in montagna ha caratteristiche diverse dalle aree urbane. Nelle aree montane abbiamo un problema di abbandono del suolo, di abbandono dei borghi, non tanto di consumo di suolo. Va studiato un nuovo percorso”.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.