1

viggiani ruperti

DOMODOSSOLA- 05-02-2019-  Una conferenza stampa stamane nello studio domese dell'avvocato Marco Viggiani richiesta e voluta da Giuliano Roperti, 49 anni, arrestato all'alba dello scorso 10 gennaio nella sua abitazione alla Cappuccina di Domodossola su ordine della procura di Catanzaro perchè ritenuto facente parte della cosca dei Mezzatesta, clan della n'drangheta della zona del Reventino, in provincia di Catanzaro, da anni in guerra con il clan degli Scalise: "Con questi fatti non c'entra niente- spiega l'avvocato difensore Marco Viggiani-ora abbiamo una ordinanza del Gip di Catanzaro che, rivalutate le tesi difensive e gli elementi in mano alla Procura riferiti a Giuliano Ruperti, ritiene  che non abbiano quella gravità indiziaria che possa fondare l'adozione di un provvedimento cautelare, quindi è stato scarcerato dal carcere di Voghera ed al momento non è desitnatario di nessun provvedimento. Ci aspettiamo l'archiviazione per il Giuliano Ruperti, indagato in questo processo solo perchè è andato a trovare lo zio, (venendo intercettato ndr.) ricevendo la richiesta di trovare un appartamento alla zia in città a Domodossola, perchè non restasse nel paese  in Calabria dove correva pericolo. Lui da buon nipote ha cercato un appartamento, peraltro fu occupato per pochi mesi e poi la zia ne trovò un altro. Non è che lo zio ha detto di farlo a sue spese, ed ha anche detto di spendere poche centinaia di euro, 200-250 al mese, una richiesta normal,e che non ha niente di mafioso. Le intercettazione al telefono mentre parlava col cugino non lo accusano di nulla,  si facevano ipotesi e discutevano dei fatti di sangue che portarono all'uccisione di uno zio comune ai due, che ovviamente ha allarmato i famigliari perchè l'unica colpa della vittima era di essere un consanguineo, quindi la paura di Giuliano Ruperti era legittima, aveva paura di essere preso di mira anch'esso".

 

 

 

 

banner calcio cerca

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.