1

davide crippa

DOMODOSSOLA - 05-02-2019 - All'indomani dell'incontro al ministero dello Sviluppo economico riguardante la situazione della Hydrochem di Pieve Vergonte, il sottosegretario, Davide Crippa (che ha convocato il tavolo) interviene rimarcando come tanto il ministero quanto la Regione Piemonte "siano stati molto chiari nel chiedere fatti concreti il prima possibile e soprattutto hanno richiesto ufficialmente all’azienda di fornire i dati riguardanti il vincolo contrattuale che prevederebbe il versamento di svariati milioni di euro in favore di Tessenderlo Group, ex proprietario dello stabilimento, nel caso di vendita a terzi".
"Come già ricordato ieri - prosegue Crippa -, vorremmo sottolineare come il ministero del Lavoro tramite l’Inps concede al momento la cassa integrazione ai lavoratori Hydrochem in base ad un piano industriale e ad un piano di riassetto, ma se questo piano non ha trovato una sua realizzazione dobbiamo sapere perché e avere le prove di quanto afferma l’azienda, oltre al fatto che devono essere fornite rassicurazioni su una tempestiva risoluzione della situazione.

La società ha chiesto almeno fino alle fine del mese di febbraio per sciogliere alcune riserve. Ci aggiorneremo quindi alla prima settimana di marzo - conclude il sottosegretario -, ma su questo tema è necessario mantenere alta l’attenzione per poter individuare le possibili soluzioni prima possibile, specie considerando che l’azienda non ha chiuso del tutto le trattative di vendita a terzi dell’impianto di Pieve".

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.