1

bicchiere mano

MACUGNAGA- 07-02-2019- Troppo arsenico nell'acqua che sgorga dai rubinetti della frazione di Pestarena, e su segnalazione di Acqua Novara Vco il sindaco di Macugnaga Stefano Corsi vieta l’utilizzo dell’acqua per tutti gli usi potabili ed igienici fino a revoca del provvedimento. Ecco l'ordinanza:

 


COMUNE DI MACUGNAGA
ORDINANZA N°2
PROVINCIA DEL VERBANO — CUSIO OSSOLA Piazza Municipio 1
IL SINDACO

Vista la segnalazione di Acqua Novara VCO Spa prot. n°OUT/2808 del 29.01.2019, qui pervenuta in data 29.01.2019 e protocollata al n°547 del Registro di Protocollo, in cui si comunica che la contingenza atmosferica in corso ha ridotto la potenzialità della sorgente Alpetto, unica fonte di approvvigionamento idrico per la Frazione Pestarena, instaurando un flusso influente costituito da una miscela di acqua ed aria di tale entità da vanificare la capacità di trattamento dell'impianto di dearsenificazione;
Considerato che per tale motivo non risulta possibile assicurare un adeguato livello di abbattimento dell'arsenico;
Vista pertanto la richiesta di Acqua Novara VCO Spa di emissione di ordinanza di divieto di utilizzo dell'acqua erogata per tutti gli usi potabili ed igienici in Centro Abitato Pestarena; RITENUTO di vietare l'utilizzo dell'acqua potabile in Centro Abitato Pestarena; VISTO il disposto degli art.50 e 54 del D.lgs. na267/2000.; ORDINA
PER I MOTIVI INDICATI IN PREMESSA E' VIETATO L'UTILIZZO DELL'ACQUA PER TUTTI GLI USI POTABILI ED IGIENICI IN CENTRO ABITATO PESTARENA fino a revoca del presente provvedimento;
Acqua Novara VCO Spa ha attivato le procedure di emergenza che vedranno, nell'immediato, la disponibilità di sacche di acqua potabile che saranno distribuite alle singole utenze anche su richiesta attivabile tramite il relativo numero verde 800352500. Acqua Novara VCO comunica inoltre che sono state attivate le opere per l'installazione di un nuovo impianto di trattamento, che sarà alloggiato in prossimità dell'abitato, consentendo la risoluzione del problema sino alla definizione di altre soluzione attualmente in fase di studi. Si prevede il completamento delle opere entro il tempo massimo di I O giorni.
Comunica che ai sensi e per gli effetti di cui all'art.3, comma 4 della legge n°241/90 e s.m.i., che contro la presente ordinanza può essere proposto entro giorni 30 (trenta) ricorso al Prefetto del V.C.O. (Legge 1199/1971) ed entro giorni 60 (sessanta) ricorso al T.A.R. del Piemonte.
Macugnaga, 30.01.2019

IL SINDACO Corsi Stefano

 

 

banner calcio cerca

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.