1

stabilimento hydrochem pieve

VOGOGNA - 19-02-2019 - Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale di Vogogna, con 5 voti favorevoli e un astenuto (Umberto Di Carmine, tre invece i consiglieri assenti) ha votato un ordine del giorno che impegna sindaco e giunta a farsi promotori presso tutti gli organi istituzionali coinvolti nella crisi Hydrochem "al fine di ottenere una rapida soluzione che garantisca il mantenimento e la salvaguardia di tutti i posti di lavoro". A Vogogna risiedono numerosi dei 108 dipendenti dello stabilimento chimico e anche l'indotto - che l'odg quantifica in 100 persone - ha un suo peso.
In particolare la deliberazione del Consiglio di Vogogna pone l'accento su una questione delicata come quella delle centrali idroelettriche che alimentano lo stabilimento e che rappresentano una ricchezza aggiuntiva per lo stesso (e per il territorio). Contro ogni paventata tentazione di uno sfruttamento dell'energia slegata dalla produzione industriale, il Consiglio di Vogogna impegna sindaco e giunta a "specificare a tutti i soggetti in causa che, come stabilito all'interno del rinnovo delle concessioni idroelettriche delle centraline, per conto del Comune di Vogogna tali concessioni sono necessariamente legate al mantenimento della produzione industriale e dei livelli occupazionali". L'ordine del giorno è stato inoltrato ai ministeri competenti e ai parlamentari del territorio. Si attende intanto per marzo la nuova convocazione del tavolo al ministero dello Sviluppo Economico durante il quale la proprietà dovrebbe annunciare se ha intenzione di investire nella nuova tecnologia a celle per assicurare il futuro produttivo dello stabilimento. Continua contestualmente la lotta dei lavoratori, come riferito nei giorni scorsi da Iginio Maletti (chimici Cisl), si pensa di portare la protesta direttamente in Germania presso la sede del gruppo ICIG (International Chemical Investors Group), proprietario dello stabilimento.  

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.