1

tav mappa percorso

VCO- 04-03-2019- E' di oggi la notizia che il Governatore del Piemonte Sergio Chiamparino e quello della Lombardia Attilio Fontana, sulla Tav vogliano chiedere un Referendum. Abbiamo chiesto al Giudice Carlo Crapanzano un'opinione al riguardo.

Si può fare un referendum sulla Tav?

Mi meraviglia non poco che i Governatori di due nostre Regioni importantissime chiedano il Referendum sulla Tav. L'art. 75 della Costituzione, al secondo comma, vieta espressamente i referendum sui trattati internazionali.

La Tav è un trattato internazionale?

I primi accordi internazionali tra Italia e Francia risalgono già al 1992 e poi ve ne sono stati tanti altri. L'ultimo trattato è stato ratificato con la Legge n. 1 del 2017. Quindi non può farsi alcun referendum sulla Tav perché lo vieta la nostra Costituzione.

Ma le Regioni Piemonte e Lombardia possono effettuare referendum regionali?

Certo. Possono chiedere ai piemontesi e ai lombardi cosa ne pensano della TAV, ma qualunque sia l'esito non ha senso farlo.

Perché non ha senso?

Perché ripeto che la Tav è di interesse nazionale ed è oggetto di trattati internazionali e quindi solo il Parlamento può decidere se farla o meno, cioè solo il Parlamento può tirarsi indietro su un trattato internazionale. Non può farlo neanche il Governo.

Ma il Parlamento può di sua iniziativa tirarsi indietro?

In via teorica il Parlamento può con una specifica legge non ottemperare al trattato internazionale stipulato con la Francia, ma le conseguenze sarebbero gravissime.

Quali sarebbero le conseguenze?

Innanzitutto a livello internazionale perderemmo di credibilità giuridica. Stiamo parlando di nazioni sovrane. Si immagina se l'Italia si tira indietro su una serie di trattati internazionali? Nessun'altra nazione stipulerebbe con l'Italia altri trattati perché peccheremmo di serietà internazionale e verremmo dipinti come nazione inaffidabile. E credo non ce lo possiamo proprio permettere e non è una bella prospettiva. E poi le conseguenze economiche sarebbero gravissime per gli impegni già presi.

Quindi la richiesta di referendum è l'ennesimo annuncio elettorale?

Guardi non rispondo su argomenti di politica. Mi limito a precisare l'aspetto giuridico delle questioni.

 

 

 

 

banner sport ricerca giornalisti

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.