1

53192373 2110680469018027 7110880101595611136 o

PREMOSELLO CHIOVENDA -05-03-2019 - Il monumento in marmo rosa di un Toro in carica per celebrare il 70° anniversario della tragedia di Superga continua a far discutere a Premosello. Ma il sindaco, Giuseppe Monti, che in un primo momento sembrava contrario all'iniziativa si dice possibilista, piuttosto esprime perplessità sul luogo della collocazione, in un giardinetto nei pressi del circolo Arci. Per chiarire la posizione ufficiale del Comune, Monti ha inviato una lettera al presidente del club intitolato a Vittorio Pozzo, Bruno Bonacini. "Come potrete leggere la volontà di trasformare il vitellino in Toro da parte nostra c'è", ammette Monti via Fb. Tuttavia "esprime dei dubbi in merito al luogo scelto per collocare la famosa statua del toro che carica, rispetto all'attuale stato di fatto in cui si trova tale area". Area di proprietà pubblica (anche se al catasto è intestata ad una coop) e di ridotte dimensioni, pertanto non idonea ad accogliere l'ingombrante manufatto (altezza 1.60mt, due metri l'ampiezza), tanto più che nell'area ci sono già: la lapide dedicata al Grande Toro, una fontana, un faretto e delle aiuole. Il toro lì collocato "creerebbe - dice Monti - un mancato rispetto dei più semplici dettami architettonici e di arredo urbano in una zona che proprio le mie amministrazioni passate, con tanta fatica, (demolizione vecchie baracche ecc.) hanno reso un fiore all'occhiello per Premosello, valorizzando anche il circolo Arci".
Superficiale dunque, pensare di collocare lì il monumento senza una "valutazione tecnica attenta e puntuale che non intendiamo avvallare a tutela del decoro urbano e per il rispetto dei cittadini". Tuttavia "l'amministrazione al fine di non ostacolare un'iniziativa che Voi ritenete così importante, si rende disponibile a valutare l'ipotesi di un progetto redatto dall'ufficio Tecnico comunale che preveda la riqualificazione dell'area verde con lo spostamento della targa, della fontana, delle fioriere e il conseguente inserimento della statua", ovviamente il tutto sarebbe soggetto all'approvazione del Consiglio Comunale e a spese del club torinista, mentre il Comune potrebbe fornire una nuova fontana, una panchina, nuove opere di giardinaggio.
In alternativa ci sarebbero altre due ipotesi. Collocare il toro presso il centro sportivo o all'ex parco giochi in via Milano. Sempre a spese del club.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.