1

WhatsApp Image 2019 02 15 at 10.12.461

VERBANIA - 12-03-2019 - O la proprietà di Hydrochem rispetta gli accordi sulla produzione, o la Provincia del VCO si attiverà per la decadenza delle concessioni delle centrali idroelettriche. E' l'aut aut che il presidente Arturo Lincio ha inoltrato via email al gruppo finanziario tedesco proprietario dello stabilimento chimico, in vista dell'incontro di domani al ministero dello Sviluppo Economico. Incontro dal quale si attende di conoscere le decisioni in merito agli investimenti che garantirebbero il prosieguo delle produzioni nello stabilimento ossolano con la tecnologia cosiddetta "a membrane", così come previsto dalle norme europee. La Provincia rimarca, come attualmente esita un ulteriore problema di rischio ambientale: "Dalla fermata degli impianti di produzione di cloro risalente al dicembre 2017, lo stabilimento sta proseguendo l'attività grazie al trasporto cloro a mezzo di ferrocisterne concesse in via straordinaria dal Comitato Tecnico Regionale. Tale attività - prosegue la lettera della Provincia - comporta un aggravio dei rischi ambientali e di salute pubblica tale da limitarne l'utilizzo nel più breve tempo (scadenza dicembre 2019)". Lincio evidenzia inoltre come dalla fermata degli impianti lo stabilimento abbia continuato ad ottenere i proventi della produzione dell'energia idroelettrica dalle centrali di Ceppo Morelli e Megolo, , una situazione già in deroga a quanto previsto dalla concessione in essere, vincolato all'utilizzo del 70% dell'energia elettrica prodotta per lo stabilimento chimico. Pertanto - conclude la lettera di Lincio - qualora la proprietà non rispettasse gli impegni presi relativamente all'investimento sull'impianto a membrana (anche con l'ingresso di altre aziende disponibili), la Provincia valuterà le azioni da intraprendere.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.