1

cimitero domo croce

DOMODOSSOLA - 13-03-2019 -  Il sindaco Lucio Pizzi interviene sugli atti vandalici al cimitero di Domo, annunciando che il Comune si costituirà parte civile contro la persona individuata come artefice dei gesti: "Come è ormai noto, da diverso tempo un individuo ha preso l’abitudine di entrare  nottetempo nel cimitero della nostra Città danneggiando e deturpando le tombe dei nostri cari.
Anche la tomba della mia famiglia ha subito le perverse attenzioni di questa persona, che evidentemente soffre di notevoli problematiche.
Diversi cittadini hanno segnalato a questa Amministrazione il loro disagio, che comprendo certo appieno perchè mi ha toccato personalmente.
Purtroppo non risulta perseguibile l'idea di mettere efficacemente sotto controllo tutto il cimitero: l'area è troppo vasta e articolata e l'eventuale intervento risulterebbe tecnicamente complicato e notevolmente costoso, con il rischio oltretutto di non garantire comunque il risultato.
L’Amministrazione comunale ha sempre fatto e continuerà a fare ciò che è nei limiti delle sue prerogative, e per questo delicato problema ringrazio in particolar modo l'Assessore Antonella Ferraris, ma ci sono situazioni che rientrano nella sfera di competenza delle Forze dell’ordine e della Magistratura.
Questa Amministrazione ha puntualmente denunciato tali fatti alle competenti autorità di Polizia, che hanno svolto le relative indagini.
A seguito di tali indagini è stato aperto un procedimento penale a carico del soggetto di cui sopra e la relativa udienza si terrà a breve.
Va evidenziato che:
a) per i suddetti episodi il Comune di Domodossola si costituirà parte civile nel procedimento penale;
b) il Giudice, nel pronunciare la sentenza, potrà inibire al personaggio in questione di dimorare in questo Comune impedendogli così di reiterare le sue condotte illecite all’interno del cimitero.
Il soggetto, tra l'altro, è già stato processato per fatti analoghi. A questo punto ci auguriamo che si arrivi finalmente ad una soluzione definitiva del problema, nel rispetto del sacro ricordo dei nostri cari."

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.