1

WhatsApp Image 2019 03 18 at 10.04.17

CRAVEGGIA - 18-03-2019 - "Orme" é il titolo della mostra

di Serena Guerra, inaugurata sabato 16 marzo, al piano superiore dell'ex casa parrocchiale, in piazza della Chiesa a Craveggia. Venticinque anni, originaria di Craveggia, Serena ha coltivato sin da bambina, grazie al papà falegname, l'amore per il legno che utilizza come materiale delle sue sculture. "La mostra Orme è un percorso che ho fatto e che sto facendo dentro di me, nel mio lato creativo, ma che in questo caso ho intrapreso anche fuori, sulle orme dei nostri antenati, che non devono essere dimenticate. Attraverso la mia più grande passione, l'Arte, ho trovato un modo per farle rivivere, per proteggerle in qualche modo dal passare del tempo. Le orme del passato le ho trovate attorno a  noi, nei nostri borghi, tra i sentieri degli alpeggi dimenticati dove recupero i materiali che uso per le mie opere: ferro o legno che amo definire "scrigni" perché al loro interno, custodiscono delle storie di vita passata... quello che mi limito a fare è semplicemente stare ad ascoltarli" spiega la giovane artista.  Serena, custode delle orme degli antenati, considera il legno come un materiale vivo, quindi ogni pezzo che realizza è unico nel suo genere.  Ricercatrice di ombre del passato, la scultrice ridà dignità al legno abbandonato all'incuria, trasformando pezzi di legno che  assembla e  dipinge. Le opere esposte sono dodici ed ognuna di esse è in qualche modo collegata alle altre, creando così un percorso espositivo che racconta il cammino di Serena.  Ospiti del vernissage,  il musicista Flavio Maglio, portavoce dell' ANPI di Verbania e lo scrittore vigezzino Mario Borgnis, autore del libro " Antonio Mozzanino. Un solo giorno di primavera" il cui disegno di copertina è stato realizzato da Serena. Borgnis si è invece mosso sulle orme del partigiano craveggese  Antonio Mozzanino, ucciso barbaramente dalla furia nazifascista durante la resistenza ossolana e ha scritto di lui perché non vada perso il suo ricordo.

"Da questo libro ho tratto anche ispirazione per un'opera intitolata "Cà" ( casa in dialetto) che è esposta alla mostra. Flavio Maglio  ha incantato il pubblico con le note delle sue intense canzoni scritte di sua mano, dedicate ad Antonio Mozzanino e altre incentrate sul tema del legno e della natura" prosegue Serena.

La mostra " Orme" si può visitare ogni week end fino al 19 maggio dalle ore 9 alle 17.

Elisa Pozzoli

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.