1

luciano campani 2019

DOMODOSSOLA - 06-05-2019 - "Tras-Figurazione", questo il titolo della mostra fotografica di Luciano Campani che inaugurerà sabato 11 maggio (ore 18) al Caffè Rosmini.
L’apparenza e l’interpretazione del ruolo attraverso la fotografia, questo l'oggetto della ricerca di Campani. A questo riguardo si legge nella presentazione: "Luciano Campani fotografa il nostro narcisismo in mutazione, non più cristallizzato in un'unica forma mitologica, ma all’inseguimento di una possibile e istintiva necessità camaleontica, che complice delle penombre, del misticismo e della nostalgia, restituisca all’interprete e all’esploratore, frammenti di mistero e di “nuda verità” perversamente soggettiva.
Allora sue le foto ci regalano dubbi necessari. Apparire è necessariamente interpretare o solo autenticare la nostra esistenza? Interpretare è tradire o radicalizzare il nostro Sé?
Affondare il viso nella maschera liquida e (s)travolgente di ciò che chiediamo di essere, è deviazione o coerenza?

Siamo così tristemente ansiosi da voler solo conoscere le dimensioni della casa della nostra anima da non considerare più i mille mutevoli colori e le infinite stanze che la compongono?

Il mistico desiderio di mutevolezza può, partendo dal bambino poliforme crescere e diventare metodo di vita? Non di mera sopravvivenza infantile, ma vero metodo, vero anelito vitale, vera e propria esistenza ?

Metamorfosi, trasfigurazione, cambiamento forse sono armi salvifiche e vaccini contro la morte civile che richiude l'esistenza in un catalogo, che con una misera etichetta sopprime l’evoluzione del dialogo".

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.