1

WhatsApp Image 2019 05 07 at 12.59.51

DOMODOSSOLA - 07-05-2019 - I Carabinieri Forestali

di Domodossola hanno sequestrato un’area demaniale di circa quattromila metri in Regione Nosere. I terreni erano stati completamenti recintati con reti metalliche e l'apposizione di lucchetti per inibire l’accesso da un sessantenne residente a Domodossola che se ne era così arbitrariamente appropriato nonostante i fondi siano di proprietà esclusiva delle Regione Piemonte. Ed è stato proprio un funzionario delle Regione ad accorgersi dell’accaduto denunciando poi i fatti alla Stazione Forestale di Domo. Al momento dell' accertamento da parte dei militari congiuntamente a funzionari regionali e personale dell’Ufficio Tecnico del Comune, nel fondo erano in corso lavori di movimentazione del terreno con la realizzazione di manufatti abusivi. Al momento del controllo erano già stati costruiti tre immobili realizzati in muratura, legno e lamiere adibiti a laboratorio meccanico, deposito di attrezzature e ricovero di animali da cortile. Sui terreni inoltre erano custoditi mezzi meccanici e depositati svarianti penumatici fuori uso. L’area è quindi stata tolta dalla disponibilità del sessantenne e posta sotto sequestro penale. L'uomo è stato denunciato per i reati di invasione di terreni pubblici ed abuso edilizio. Tutte le opere dovranno essere abbattute e rimosse a spese del trasgressore dopo l'apposita ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi da parte del Comune di Domodossola.

foto_4.jpgfoto_5.jpgfoto_1.jpgfoto_2.jpgfoto_3.jpg

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.