1

libro tom gondo spezia mix 19

GONDO- 07-06-2019- Tutto il pomeriggio del 6 giugno  l'hanno passato a Gondo, quei 30 alunni delle classe 5AL e 5BL del Liceo Giorgio Spezia di Domodossola che hanno tradotto in italiano le memorie della giovanissima Else Fischer che faceva la direttrice della casa del soldato nella fortezza nascosta nella parete nord della Gola di Gondo. Quel libro parla della quotidianità nel tempo della Grande Guerra, quando Else gestiva quei locali da più di tre anni, Per ottenere una impressione del posto sono arrivati con il pullman, accompagnati dal preside Pierantonio Ragozza e le professoresse Micaela de Nicola, Daniela Donzelli e Licia Panighini. Una volta segreto militare, oggi il Forte apre le sue porte di ferro una volta al mese per il pubblico. La visita degli alunni domesi è passata in fretta, impressionanti le gallerie di comunicazione tra dormitori, locali di guardia, bagni, cucina e casa del soldato. Dopo, nella sala all'ultimo piano della Torre Stockalper di Gondo, l'editore del Rotten Verlag, Rico Erpen, ha presentato, insieme alle alunne e gli alunni del Liceo e con l'autore Thomas Handschin, la riedizione delle memorie di Else Fischer. Il pubblico era composto da 86 persone, cioè più dell'intera popolazione del comune di Gondo. Pierantonio Ragozza nel suo intervento si è dichiarato molto soddisfatto di coem sia evoluta questa frontiera tra i due paesi, una volta era fortificata sui due lati con la Linea Cadorna e il Forte di Gondo, ed oggi è diventata una vera piazza dell'amicizia italo-svizzera. Dopo la lettura di brani scelti dal libro, tradotto in tre lingue, il sindaco di Gondo, Roland Squaratti, ha invitato tutti all'aperitivo con l'ottima specialità vallesana "Colera" offerto dal comune, per la gioia tra tutti i presenti, fino alla partenza del pullman per il ritorno a Domodossola.

5.jpeg2.jpeg1.jpeg7.jpeg4.jpeg3.jpeg8.jpeg6.jpeg

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.