1

 kiwanis domo giugno 19

DOMODOSSOLA- 14-06-2019- Giovedì 13 giugno, in occasione

della periodica conviviale del Kiwanis domese, presenti quali ospiti il luogotenente governatore eletto del Kiwanis Distretto Italia Divisione Piemonte 17 Gianni Sarasso, Federico D'Andrea del Kiwanis Novara Monterosa, Maurizio Cesprini e Paola Gardini dell'Associazione Canova, dopo l'esecuzione degli inni e la lettura delle Regole d'Oro Kiwaniane da parte del cerimoniere Marcello Bologna, il presidente del club Danilo Preioni ha presentato Yann Crivelli, elencandone un suo breve curriculum, che al termine della cena, avrebbe intrattenuto i presenti su di una particolare scienza quale l'Arboricoltura, oggi ancora poco diffusa nel nostro territorio, nonostante che le sue origini risalgano al lontano 1700.

E così, dopo il tradizionale caffè di fine pasto, Crivelli ha esordito con una affermazione, semplice e forse scontata ma significativa, e cioé che le “Piante sono esseri viventi e pertanto è fondamentale rapportarsi con loro conoscendone la biologia, la fisiologia e la fitopatologia, per evitare interventi traumatici tali da provocare loro danni irreparabili che, purtroppo, in un periodo più o meno breve le porteranno alla morte”.

L'oratore ha proseguito precisando che l'Arboricoltura è una scienza in continuo sviluppo e, in considerazione delle ricerche che periodicamente vengono eseguite, comporta un aggiornamento periodico e, sopra tutto, un notevole senso di responsabilità per evitare interventi controproducenti alla vita degli alberi.

Yann ha proseguito ricordando che gli alberi hanno una grande importanza ambientale, sia per la produzione di ossigeno tramite la fotosintesi clorofilliana, sia per la depurazione dell'aria, e quindi per la salute e il benessere delle persone, oltre a un valore economico per la produzione di frutta e di legname.

Affrontando poi l'argomento della potatura degli alberi, ha precisato che ogni intervento deve essere rispettoso della struttura e della conformazione delle piante, per capire opportunamente dove e come si deve intervenire. E, a questo proposito, ha ricordato che la cimatura, o capitozzatura, degli alberi non ha alcun senso logico in quanto stravolge la struttura della pianta e, poiché come le radici nutrono la chioma, questa nutre le radici, pertanto, piuttosto che effettuare un simile intervento, tagliare l'albero e piantarne uno nuovo.

A conclusione Yann ha voluto citare un detto, forse poco conosciuto ma di un realismo cristallino: “Una città senza piante è una città morta”.

Piero Pagani

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.