1

salvo iacopino

DOMODOSSOLA- 02-07-2019- L'ex assessore alla cultura della giunta Cattrini Salvo Iacopino scrive uan lettera aperta al sindaco domese Lucio Pizzi per chiedere lumi sulal chiusura del sito dedicato alla Repubblica dell'Ossola: "Le scrivo per chiederle informazioni in merito alla recente chiusura del Sito Web dedicato alla Repubblica partigiana dell’Ossola (www.repubblicadellossola.it)- spiega Iacopino-fatto realizzare dalla precedente Amministrazione Cattrini e associato a Casa40, lo stabile di Piazza Fontana dedicato ai “Quaranta giorni di libertà”.

Come è noto, la Sua Amministrazione non ha inteso dare continuità e valorizzazione al progetto di Casa 40, anzi, non garantendo la normale apertura dei locali né organizzando al suo interno eventi o allestimenti, ha di fatto chiuso quella struttura, che nelle intenzioni di chi l’ha realizzata (in ciò includo la fatica e l’impegno personale di chi scrive) doveva contribuire a valorizzare l’esperienza della Repubblica partigiana dell’Ossola, patrimonio imprescindibile, a mio giudizio, per la promozione turistica e culturale della nostra Città. Della scelta operata in tal senso dalla Sua Amministrazione mi rammarico e dispiaccio molto, ma naturalmente ne riconosco la piena legittimità.

Ciò che invece mi risulta davvero incomprensibile è la chiusura del sito web www.repubblicadellossola.it, registrato a nome del Comune di Domodossola e ancora fino a qualche tempo fa raggiungibile dal link Casa40 presente sul sito ufficiale del Comune stesso. Lungi dal limitarsi a presentare la struttura e le attività di Casa40 (inclusi momenti delle celebrazioni del 70° Anniversario della Repubblica partigiana dell’Ossola), il sito web in questione raccoglieva una grande quantità di materiale testuale, fotografico, audio e video sull’esperienza partigiana in Ossola (scede biografiche sui membri della Giunta provvisoria di Governo, sui singoli partigiani, sui membri del CLN e altre personalità; sintesi storiche sui principali avvenimenti dell’epoca, cartine, mappe…), la cui sistemazione e trascrizione è stata frutto di un lavoro svolto (assieme ad altre attività all’interno dello stabile) nell’ambito di un Progetto di pubblica utilità (PPU) finanziato della Regione Piemonte nel 2014. A tali materiali, disponibili on-line, hanno più volte attinto giovani studenti per le loro ricerche storiche sull’argomento.

Le chiedo dunque cortesemente, sig. Sindaco: come mai il sito web in questione risulta non più attivo?

Si è per caso realizzato un altro un progetto simile (se si, dove lo si trova)? Il progetto originario è stato forse rimodulato-riorganizzato e inserito in qualcosa di più ampio? O più semplicemente il Comune non ha rinnovato il pagamento dell’annuale quota per il mantenimento del dominio (che dovrebbe aggirarsi su circa 80 euro annui)? E in questo caso, si tratterebbe di una superficiale svista o di una scelta consapevole e voluta dell’Amministrazione? (nel qual caso, uno spirito polemico ne approfitterebbe per dire: “Ma come? L’Amministrazione spende 80mila euro per un nuovo Sito Web (“Visitossola”) e non trova 80 euro per mantenere in vita uno esistente, esclusivamente dedicato alla Repubblica dell’Ossola e soprattutto consultato dagli studenti?)

Sempre a proposito di Repubblica dell’Ossola, mi permetta ancora un paio di domande?

La Sua Amministrazione intende rinnovare la Convenzione con l'Istituto Storico della Resistenza "Piero Fornara", istituita con Delibera di Giunta Comunale n.140 del 27/08/2014 in scadenza il prossimo 31 agosto 2019?

La precedente Amministrazione Cattrini, infatti, aveva inteso concretizzare il progetto di istituzione di Casa40 avvalendosi della competenza scientifica dell’Istituto Storico, sicché in virtù di tale Convenzione i locali di Casa4O sono anche la Sede di zona dell’Istituto Storico.

È stato grazie all’attività di alcuni ricercatori dello stesso Istituto che numerosi studenti delle scuole Superiori della Città hanno potuto partecipare a Convegni e Lezioni nell’ambito dei concorsi annuali di Storia Contemporanea. E proprio la collaborazione con l’Istituto ha favorito le attività di Casa40, che in un anno e mezzo (dalla sua istituzione alla scadenza del mandato amministrativo della Giunta Cattrini) ha registrato circa un migliaio di visitatori, ha accolto una quindicina di eventi culturali, tra conferenze e presentazioni di libri ed ha ospitato 9 mostre (tra le quali, quella elaborata dalla Fondazione Aldo Aniasi, già esposta alla Triennale di Milano e quella di Oliviero Toscani, “I bambini ricordano”, dedicata all’eccidio di Sant’Anna di Stazzema).

Inoltre, Casa4O ha ricevuto, in diverse donazioni, circa 560 libri e 150 documenti/riviste/reperti. Tra queste donazioni, figura l’importante fondo di Maria Giulia Cardini, quello della scrittrice Nunzia Augeri (moglie di Luciano Raimondi, Commissario politico della X Brigata Garibaldi), qualche piccolo cimelio d’epoca donato dalla famiglia di Agenore Vallini di Milano nonché interessanti reperti donati dalla famiglia Porta, storica titolare della famosa Tipografia di Domodossola. Infine, Casa4O conserva pure la Mostra fotografica di Oliviero Toscani, regalata dall’autore alla Città di Domodossola. Le chiedo dunque sig. Sindaco: se l’edificio di Casa40 resterà chiuso, cosa intende farne l’Amministrazione dei materiali custoditi al suo interno?".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.