1

festapatata
MONTECRESTESE-11-09-2019-Un’edizione al di sopra
di ogni aspettativa, sostenuti da una meteo benevola ma soprattutto da un programma ricco di incontri e spettacoli con personalità professionali e musicali di alto livello, che hanno arricchito di  umanità e di bellezza il mondo della “Sagra della Patata di Monte”, con 
i suoi 400 volontari dagli 11 ai 95 anni, 10 associazioni nell’organizzazione, oltre 70 q di patate bio pelate ad una ad una, gli gnocchi impastati a mano: l’eco festa solidale e genuina a km0.Una partenza un giorno prima e un’anteprima della Sagra con un evento eccezionale come il Concerto dei I Nomadi e Il cantante della 
Solidarietà con il suo progetto ricomincio da 20 per raccogliere fondi e donare carrozzine alle strutture ospedaliere;  oltre 2000 presenze e tanta emozioni e commozione, nel vivere e cantare questa esperienza.
 
La presenza di Edoardo Raspelli, ospite d’onore, premiato alla sua carriera di importante giornalista critico gastronomico e conduttore televisione che si è rivelato un professionista già riconosciuto e anche un cantante appassionato, ma soprattutto una persona di grande umanità, sensibilità e passione nel riconoscere e sostenere le belle e buone  cose. Un giornalista fra la gente di sagra. E’ diventato un’amico della Sagra della Patata, (gli mancava solamente la maglietta da volontario).
Domenica grande affluenza, complice il Concorso di Miss Italia Piemonte, che ha visto vincitrice fra le partecipanti, Chiara Savino 20 anni, di Alessandria. Membro della Giura anche Edoardo Raspelli.Purtroppo, all’ultimo momento è stata cancellata dall’organizzazione nazionale del concorso, la promessa di vedere sfilare Miss Piemonte a Iesolo a settembre, con il costume tipico di Montecrestese, a causa della difficoltà di reperire i costumi regionali di tutte le altre regioni.
 
Un successone le novità gastronomiche: la Torteria, lo spazio di pasticceria curato dai ragazzi pasticceri della Scuola Formont di Villadossola, che è stato preso d’assalto e ha offerto dolci originali a tema patate, curati in ogni particolare da questi giovani pasticceri. La nuova area Trattoria Patate & dintorni ha riscosso un piacevole  riscontro, come luogo di scoperta di piatti nostrani come il pasticcio di patate o gli spaghetti con burro d’alpe, gusti semplici e per tutta la famiglia.
 
Una sagra sempre altamente solidale, nelle risposte delle persone e negli eventi coinvolti per distribuire attraverso i giorni di sagra, sostegno e possibilità di realizzare piccoli e grandi traguardi di solidarietà, come il progetto Sorrisi di Solidarietà in collaborazione con la Fondazione Comunitaria del Vco e Cooperativa il Sogno e il Trail della Solidarietà organizzato dall’Associazione Mosaico che ha raccolto oltre un centinaio di iscritti nella sua prima edizione.
Grande apprezzamento per il Porta a ca’ il savebag promosso attraverso la collaborazione con Coop; il contenitore per recuperare e non sprecare il cibo avanzato e portarlo a casa con sè, è stato assolutamente gradito e richiesto dalle persone che hanno partecipato con piacere anche al questionario che Coop, presente in sagra domenica e lunedi, ha proposto ai fruitori per informare e far conoscere l’opportunità proposta. Gli utenti della Sagra sono persone che rispettano e amano l’ambiente.
 
Anche lunedi. ultimo giorno di festa, la presenza è sempre stata alta e ha riscosso buon successo anche lo spettacolo Queen Mania, che non ha fatto rimpiangere la scelta di non invitare un comico, come le edizioni passate.
 
"Siamo soddisfatti - scrivono gli organizzatori - i numeri e conti sono ancora da chiudere, ma quello che ci rende sempre orgogliosi e convinti di continuare, è che la nostra sagra viene sempre più apprezzata e  riconosciuta per tutta la passione, l’impegno e l’attenzione che dedichiamo alla qualità, alla scelta dei prodotti gastronomici e della cucina, alla cura nei programmi e negli spettacoli offerti, all’accuratezza che cerchiamo di mettere in ogni particolare, dal parcheggio fino alla raccolta dei rifiuti;  azioni fatte con il cuore e rispettose delle persone, del territorio, dell’ambiente e della tradizione.”

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.