1

carabinieri due ayto pattuglia tangenziale

DOMODOSSOLA- 09-10-2019- Un singolare sinistro stradale

che poteva avere conseguenze peggiori. Brutto spavento per E.G., 47enne di Domodossola, il quale, nella scorsa notte alla guida della propria autovettura Fiat Punto, rientrando a casa dopo una serata passata in compagnia di amici, nell’affrontare la rotonda in “Regione Nosere”, ha perso il controllo del veicolo, continuando la marcia speditamente, proseguendo diritto e senza accorgersi dell’approssimarsi della svolta obbligatoria. Giunto sulla rotonda situata davanti alla sede dei Carabinieri, ha continuato a procedere oltre il marciapiede centrale, il quale nell’impatto, ha fatto da trampolino di lancio: l’utilitaria si è sollevata da terra, proseguendo la corsa in aria e “atterrando” in mezzo ai fiori ed alla siepe posti al centro dello svincolo. Il tutto è successo davanti al Comando Compagnia Carabinieri di Domodossola, facendo immediatamente scattare i soccorsi, allertati dai militari in servizio notturno, che hanno assistito alla scena dall’interno della caserma. Rapido l’intervento di un equipaggio per i rilievi e l’assistenza dal caso. Il conducente, uscito frastornato dall’incidente, ha danneggiato vistosamente l’auto ma, per buona sorte, ne è uscito illeso e senza coinvolgere altre persone o veicoli. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile intervenuti sul posto, una volta accertatesi che non vi erano altre persone o mezzi coinvolti nell’incidente stradale, richiedevano al conducente di sottoporsi all’esame per l’accertamento dello stato di ebrezza alcoolica. All’esito degli accertamenti, lo stesso risultava positivo ai test con un tasso superiore al consentito pari a 1,54 G/L.

In virtù dell’alto tasso di circa 3 volte il limite consentito, oltre ad aver determinato il sinistro, l’alcool ha impedito all’interessato di fornire giustificazioni credibili dell’episodio, ricondotto ad una distanza mal calcolata e dal fondo scivoloso. Per l’uomo, recidivo a tali verifiche, in quanto già controllato in passato e trovato positivo alla guida in stato di ebrezza, è scattato il ritiro della patente e l’autovettura posta sotto sequestro ai fini della confisca.

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.