1

DOMODOSSOLA- 04-04-2015- In questi giorni si parla di medicina territoriale sperimentale

e di nuovi progetti di medicina territoriale sulla falsariga del progetto in atto a Cannobio dal 2008. Ecco cosa ne pensa il segretario del sindacato del pediatri Fabrizio Comaita in vista dell’incontro con il presidente della Regione in cui si parlerà anche ( solo…) di medicina territoriale:  “Per avere una chiara visione di quanto viene proposto- spiega Comaita- abbiamo esaminato la delibera istitutiva del piano di assistenza cannobiese. Ne emerge un progetto attivo solo nei cinque giorni feriali per otto ore diurne al giorno. Molto diverso dal progetto in essere presso il country pediatrico di Domodossola che fornisce assistenza pediatrica per 365 giorni all'anno H24 con assistenza pediatrica in sala parto, al nido, in Dea, in Obi, in reparto di degenza e nei trasporti neonatali.
Nell'esprimere ammirazione per la disponibilità data dai medici di Cannobio per il progetto territoriale attuato, valido supporto alla assistenza sanitaria di quel territorio, vogliamo sottolineare che Domodossola e Verbania necessitano di ben altro tipo di assistenza.
Ci auguriamo che la medicina territoriale sperimentale di cui si parla non venga considerato come  proposta alternativa al Dea. Da tecnici ed esperti del settore delle cure primarie affermiamo che il progetto di cure primarie di Cannobio non può sostituire assolutamente una assistenza ospedaliera di base e tantomeno un Dea. Ci preoccupa che in un periodo di confronto su dove ubicare il Dea superstite nel nostro territorio l'Amministrazione Regionale ed i Sindaci si confrontino e pongano sul tavolo di discussione, quale soluzione alla perdita di servizi essenziali, una proposta  di medicina territoriale di così limitata offerta assistenziale. Su questo richiamiamo l'attenzione dei Sindaci, primi responsabili della salute nelle aree di competenza”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.