1

App Store Play Store Huawei Store

corta impianto risalita sci

DOMODOSSOLA- 29-10-2015- Un problema in meno per i gestori delle stazioni sciistiche ossolane, che non pagheranno, per gli impianti “imbullonati”, l'Imu: "Tra gli effetti positivi della legge di stabilità varata dal governo- commenta l'onorevole ossolano Enrico Borghi- e che ora arriva all'esame del Parlamento, vi è la risoluzione di un problema rilevante come quello della tassazione degli impianti di risalita, esploso la scorsa estate a seguito di un pronunciamento giurisdizionale. Come Intergruppo parlamentare per lo sviluppo della Montagna ci siamo immediatamente attivati, perché l'introduzione di questo balzello avrebbe determinato un colpo in molti casi letale per stazioni sciistiche e impianti di risalita che, complice il cambiamento climatico, la stringatezza delle norme in materia di manutenzione e gli oneri impropri posti a carico dei gestori degli impianti, oggi sostengono costi sempre più crescenti per garantire l'esercizio di tali strutture. La risposta positiva arrivata dal Governo, che su impulso del Presidente Renzi ha eliminato in legge di stabilità l'applicazione dell'Imu sui cosiddetti impianti imbullonati, consente di evitare l'introduzione di questo gravoso balzello. Naturalmente faremo la nostra parte nei passaggi parlamentari, seguendo con attenzione la conferma del provvedimento,e contemporaneamente sollecitando il ministero delle infrastrutture per il varo dei provvedimenti connessi con l'esercizio della vita tecnica degli impianti e per la garanzia che il comparto degli impianti di risalita rimanga nel contesto del trasposto pubblico locale. È un modo concreto col il quale puntiamo a fare in modo che la ripresa economica in atto venga intercettata  anche dal comparto del turismo montano, con ricadute positive sull'economia nazionale".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.