1

700.san domenico strada veglia mucca

OSSOLA – 31-07-2020 - Le Aree Protette

dell’Ossola sono impegnate in prima linea nella gestione degli intensi flussi turistici di questa estate post lockdown. I cinque guardiaparco dell’Ente di Gestione, insieme agli operatori del Servizio Civile, svolgono nel Parco Veglia-Devero e Alta Valle Antrona, sia attività formativa e informativa, che attività di vigilanza e di controllo per una corretta fruizione delle aree di interesse e per garantire una visita pacifica, che non vada a disturbare la fauna selvatica, spesso invisibile.

Perché tutti possano godere delle bellezze naturali del Parco e vivere appieno le attività che offre, da una camminata lungo i sentieri ad una piacevole sosta presso le strutture ricettive che qui si trovano, lo staff delle Aree Protette ricorda che:

- i cani vanno tenuti sempre al guinzaglio, nel rispetto della fauna che vive nel Parco;

- ciascun tipo di rifiuto organico deve essere raccolto e gettato negli appositi cassonetti (che si trovano a valle) oppure nei cestini che si trovano nelle aree.

“Grazie alla collaborazione di ciascuno è possibile mantenere l’ambiente pulito, nel rispetto di chi ama e frequenta le montagne, così come degli animali che la popolano. Con piccole attenzioni, l’ospitalità e l’accoglienza possono essere mantenute e migliorate” si legge in una nota.

Per maggiori informazioni sul corretto comportamento da tenere nel rispetto della flora e della fauna, è possibile seguire le pagine social dei Parchi Veglia-Devero e Alta Valle Antrona.

Pagina Facebook: @areeprotette.ossola

Pagina Instagram: @parchi_veglia_devero_antrona

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.