1

Framiva Metalli beura

BEURA- 07-08-2020-- “Rinnovo la mia vicinanza

a tutte le famiglie dei cinquanta lavoratori della Framiva Metalli di Beura Carezza che stanno vivendo un momento di estrema difficoltà a seguito del fallimento dell’azienda. Ringrazio l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino che ho immediatamente contattato per la gestione della crisi e dalla quale ho ottenuto risposte pronte e concrete. I tecnici dell’Assessorato sono infatti in contatto con il curatore fallimentare, per chiedere una cassa integrazione per cessazione e hanno anche già interloquito con i sindacati e con il sindaco di Beura Cardezza, per aggiornarli sull’evolversi della vicenda”. 

 

E’ questo il commento di Davide Titoli, coordinatore di Fratelli d’Italia in val d’Ossola, che si è immediatamente interessato alla vicenda della Framiva Metalli, azienda attiva in tre regioni (oltre che in Piemonte vi sono stabilimenti in Lombardia e Abruzzo) che lo scorso 24 luglio è stata dichiarata fallita, dopo che il tribunale di Busto Arsizio (l’azienda ha sede legale nel Varesino) ha dichiarato inammissibile la domanda di concordato Preventivo, presentata dalla società stessa.  Il ringraziamento del presidente di FdI della Val d’Ossola, Davide Titoli va anche all’assessore regionale al Lavoro: “Intervento puntuale e tempestivo dopo la mia segnalazione”.

"Ringrazio Davide Titoli - aggiunge il sindaco di Beura Cardezza - che ha lavorato con impegno per il territorio, facendosi da tramite con la Regione e mettendomi al corrente dell’azione dell’Ente, in concerto con le associazioni sindacali e curatore per non far mancare nel breve i provvidenziali ammortizzatori sociali e dare poi una prospettiva per un eventuale risoluzione della crisi. Ringrazio anche l’assessore Chiorino per la sensibilità dimostrata, auspicando che si possa giungere al più presto alla migliore soluzioni possibile per tutelare soprattutto i lavoratori e per valutare un’eventuale re industrializzazione del sito. Questo - conclude il Primo cittadino - dimostra che in questo momento c’è una politica seria che lavora concretamente e seriamente nel dignitoso silenzio".

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.